DI DIO 5. Sulla rete di Improta decide che è meglio sedersi e allungare il piedone piuttosto che tuffarsi e agguantarlo. Rischia di subire una rete dopo aver perso una facile presa. “Salva? su Succi.
MACALUSO 4. Passi per la prestazione tecnica, ma deve capire che il calcio non è uno sport dove vince chi mena di più. E neanche chi offende arbitri e guardalinee.
DE PASCALE 5. A Monza aveva giocato peggio. Oggi si è distinto per un rinvio dal fondo degno di un ragazzino degli Esordienti. Senza offesa (per i ragazzini).
PAOLUCCI 4. Lo avevamo scritto: può migliorare ma bisogna farlo crescere con calma. Invece viene lasciato giocare per 90 minuti: non può reggere da solo un centrocampo inesistente.
GUASTALVINO 5. Fa quel che può. Poco.
FEMIANO 3. Lascia ad Improta quei tre metri buoni per permettere che riceva il pallone, lo stoppi e abbia il tempo necessario per razionalizzare che, con quel campo, occorre calciare di punta, come insegnavano anche ai bambini dell’oratorio per farli diventare veri calciatori. Tenta un paio di assist verso Succi nella ripresa: un motivo buono per lasciarlo in campo novanta minuti?
PERRULLI 4,5. Corre senza un perché. Peccato che un giocatore di così sicuro talento non sappia quel che fare in mezzo al campo: nessuno gli va in sovrapposizione, forse perché tanto Perrulli difficilmente gli passerà il pallone.
TEDOLDI 3. Maglia immacolata al 95°, disonora la fascia di capitano. Incomprensibile come possa esser stato riposizionato al centro dopo le sciagure contro Spezia e Monza.
SCANDURRA 4. Qualcuno gli dica che essere centravanti non significa soltanto spizzicare i lanci lunghi di Di Dio e Guastalvino. Non tira mai. Ma nessuno crossa dalle fasce.
MARTINI 4,5. Ha un solo spunto, che costa l’espulsione a Bianchi. Nel finale viene espulso anche lui, forse ingiustamente. Salterà la Fermana, e sono già incubi.
FAIETA 4. Spostato sulla corsia destra, non si capisce perché: lui negli ultimi anni ha giocato sempre centrale, Tedoldi sempre sulla fascia… Ad ogni modo di lui oggi non ci sono state tracce.
DE LUCIA 5. Entra e su un cross di Scandurra deviato si ritrova con il pallone che piomba verso di lui, solo a centro area: ma invece di stopparla con il petto usa la mano…
YANTORNO 5. Esordio in campionato senza segni. Troppi errori in disimpegno.
PEPE ng. Pochi minuti: non gli assegniamo voti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)