Un sostegno alla spesa che le famiglie in disagiate condizioni economiche ogni anno devono affrontare per l’istruzione dei figli. E’ la finalita’ del provvedimento, approvato dalla Giunta regionale delle Marche, che assegna 2,85 milioni di euro ai Comuni per destinarli alle borse di studio per lo scorso anno scolastico. Quest’anno nelle Marche si contano 17.536 studenti, tra scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, che usufruiranno di questi benefici per le spese sostenute, e non per il merito scolastico nell’anno scolastico 2004- 2005.
Gli studenti interessati sono in maggior numero (6.251) nelle scuole secondarie di secondo grado, seguono le scuole primarie con 5.817 studenti e le secondarie di primo grado con 5.468 ragazzi. Il contributo alle famiglie e’ differenziato in base ai gradi di istruzione: circa 80 euro per le ex elementari, 160 euro per le medie e 240 euro per le superiori.
‘Sempre piu` famiglie nelle Marche ‘ ha commentato l’assessore al diritto allo studio, Ugo Ascoli – ricorrono ai contributi per l’istruzione, a dimostrazione che il diritto allo studio e` sempre piu` percepito come diritto esigibile non solo dai marchigiani, ma anche da famiglie extracomunitarie, segno quindi di una buon inserimento sociale. Le borse di studio rappresentano, infatti, un importante strumento delle politiche formative e possono costituire anche un deterrente all’abbandono scolastico.’
Si è registrato infatti questo anno un aumento di 2.913 studenti rispetto all’anno precedente quando i beneficiari sono stati 14.623, che corrisponde ad una percentuale del 19,92. Una crescita che conferma il continuo e progressivo incremento numerico dei richiedenti rispetto agli anni precedenti, passati appunto da 8.705 del 2001/2002, ai 12.847 del 2002/2003, ai 14.623 del 2003/2004.
E’ comunque nelle secondarie di secondo grado (ex superiori) che si registra il maggior aumento: 1.220 domande in piu` pari al 24,25%; 895 domande in piu` nelle ex medie pari al 19,57% mentre nelle ex elementari l’aumento e` stato di 798 domande pari al 15,90%,. Geograficamente invece, la provincia da cui provengono piu` richieste e` Ascoli Piceno con 6.235, seguita da Pesaro Urbino con 4.675 domande, Ancona con 3.423 domande ed infine Macerata con 3.203 domande. Dai dati pervenuti si osserva una considerevole presenza di studenti beneficiari che, residenti nei comuni delle Marche, sono provenienti da paesi extracomunitari.
Per poter accedere ai benefici, i requisiti richiesti sono la residenza nel comune, la frequenza di una scuola statale o paritaria primaria, secondaria di primo e di secondo grado, la documentazione di una spesa per l’istruzione di almeno 51,65 euro che puo` riferirsi alla frequenza, trasporto, mensa, sussidi e materiale didattico o strumentale, esclusi i libri di testo per i quali esiste un intervento specifico. Inoltre il nucleo familiare doveva avere un reddito annuo, in base al tetto massimo ISEE ‘ Indicatore della Situazione Economica Equivalente – di ‘ 10.632,94 riferito al periodo di imposta del 2003.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 317 volte, 1 oggi)