GROTTAMMARE – Riprendono domani gli appuntamenti del processo “Grottammare Partecipativa?, con cui l’amministrazione comunale, da diversi anni, sta aprendo una finestra di dialogo con i cittadini grottammaresi al fine di redigere il documento del “Bilancio Partecipativo?: in pratica attraverso una serie di incontri e di votazioni, viene stilata una scheda di azioni da intraprendere nell’anno successivo, sia a livello del proprio quartiere che per l’interà città di Grottammare.
Domani, nell’ambito della prima fase del processo “Gli amministratori ascoltano i cittadini? sarà la volta dei quartieri Zona Centro, Stazione Lame, Arabo, Azzolino, Paese Alto (ore 21,30 presso la sala consiliare: per vedere gli altri appuntamenti ciccare sull’immagine per ingrandirla).
Il processo di “Grottammare Partecipativa? ha visto nello scorso anno la presenza, durante i vari incontri, di circa 330 cittadini grottammarese in questa prima fase, mentre le presenze sono circa 180 nella fase successiva, “Decido anch’io?, quanto i partecipanti sono chiamati a votare e quindi ad indicare all’amministrazione gli interventi preferiti (senza contare le assemblee su un singolo tema). Con una curiosità: il numero di partecipanti scende nelle zone oggetto da interventi negli anni passati (Zona Ascolani), e cresce nei quartieri che esprimono il bisogno di risolvere nuovi problemi (Centro).
Agli incontri parteciperanno sia il sindaco Luigi Merli che tutti gli assessori; il primo cittadino di Grottammare esprime soddisfazione nel constatare che “sulle dieci proposte più votate lo scorso anno, otto sono in fase di esecuzione, di cui tre in appalto?. Merli sottolinea anche l’importanza di partecipare in questa fase, poiché i tagli del Governo sugli enti locali previsti dalla Legge Finanziaria saranno del 6,7% sulla spesa corrente: “Il comune di Grottammare non fa consulenze né spreca denaro: queste cifre dovranno essere tagliate dai servizi sociali, culturali e dalle opere pubbliche?.
Agli incontri, oltre ai cittadini e ai politici locali, “parteciperanno anche i tecnici dei vari settori interessati dalle opere richieste?, ha ricordato Pierpaolo Fanesi, esperto in tematiche di bilancio partecipativo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 447 volte, 1 oggi)