SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha interrotto il silenzio stampa ma i risultati non sono cambiati. Il Grottammare ha ripreso la parola e lo ha fatto con la sconfitta patita in casa dal Celano. Un 2-1 che non ha lasciato alibi ai biancoazzurri, seppur erano passati in vantaggio con una punizione di capitan Marcucci. Nel finale un calo di condizione ha permesso agli ospiti di pareggiare e vincere l’incontro.
Inarrestabile il Centobuchi. Si è imposto 1-0 sull’Urbisaglia e ha raggiunto la seconda posizione con 13 punti alle spalle della Biagio Nazzaro a 16. Un gol di Cicchi, appena entrato, ha regalato l’ennesimo successo alla formazione del tecnico De Amicis.
La Cuprense ha impattato 0-0 con il Cascinare proiettandosi al terzo risultato utile consecutivo. La gara non è stata brillante complice anche il forte vento. Tuttavia i gialloblu sono andati vicino alla rete con due tiri dalla distanza di Viviani e Lucidi.
Il Porto d’Ascoli ha interrotto l’imbattibilità con l’Acquasanta. Ha perso 1-0 con una autorete del capitano Palanca che successivamente ha fallito, a sette minuti dal termine, un calcio di rigore. Giornata storta per i ragazzi di mister Grilli che hanno dovuto regalare tre punti ai termali, quasi mai pericolosi.
L’Acquaviva non si è schiodata dai bassi fondi. Contro la Sangiorgese esce sconfitta 1-0 seppur i padroni di casa non abbiano fatto granché. La squadra allenata da Travaglini ha tenuto bene il campo meno Paniconi che è riuscito di testa a perforare Vagnozzi.
È tornata al successo, il primo per questa stagione, la Ripa. Un secco 3-1 ai danni del Pagliare che non ha nulla da eccepire. È stato il giovane Malavolta, classe 87, ad aprire le marcature alla mezz’ora. Poi il neo acquisto Vita ha segnato la sua prima doppietta in maglia amaranto. Allo scadere la formazione paglierina ha siglato il gol della bandiera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)