Una suntuosa mostra d’arte quella di Annunzia Fumagalli a Barcellona, nella Sala Barna del Grupo di galerie Batik di Barcelona-Miami.
Nella galleria, oltre 600 metri, Annunzia Fumagalli è stata unica pittrice, degli oltre venti artisti provenienti da ogni parte del mondo, a cui è stata concesso un suo spazio personale. La pittrice ha esposto due cicli pittorici “Le mie ballerine? e “Amadriadi? opere con la cimasa scultorea del maestro cuprense Nazzareno Tomassetti.
Lo spazio della Fumagalli è stato non solo il più visitato ma quello che ha donato maggiori emozioni, grazie all’indubbia capacità dell’artista di illustrare il mondo femmineo, con la rara capacità di abbinare una notevole raffinatezza pittorica e una pennellata leggera ma molto espressiva.
I dipinti che sono pubblicati in un libro e un opuscolo “Piume di pietra? (edizioni L’Arca dei folli, con poesie di Danilo Tomassetti e Silvia Raccichini) e l’omonimo “Amadriadi?.
La pittrice è stata anche tesimonial della Croma Srl di Grottammare, facendo mostra di due opere del ciclo i mesi, riprodotti su tela con la tecnologia più avanzata nel mondo, l’azienda è stata scelta per copiare opere dei Musei Vaticani e della Santa Casa di Loreto.
L’artista è stata a lungo intervistata da importanti emittenti della catalogna radio Copa e Tele sette. La televisione Telecinquanta, ha inviato nella galleria una sua squadra, solo per documentare il lavoro della Fumagalli, dopo che il Direttore aveva conosciuta l’artista al ristorante Tramonti 1980, uno dei locali più rinomati della città, gestito dai fratelli Lombardo.
A Barcellona era presente anche il presidente dell’Arca dei folli, il poeta Danilo Tomassetti, quale ha avviato da tempo trattative per scambi culturali e gastronomici tra la Catalogna e il Piceno, in particolare con l’azienda Belsito spa, che ospiterà a breve gli chef Franco e Giuliano Lombardo in una manifestazione di Cucina ed arte nella stupenda villa Colle di Guardia, dove sono esposte in permanenza opere degli artisti dell’associazione culturale L’Arca dei Folli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 944 volte, 1 oggi)