SAN BENEDETTO DEL TRONTO – *Si è riunito martedì scorso l’ufficio di Presidenza della Margherita, presieduto dal segretario comunale Andrea Manfroni, alla presenza di tutti i delegati comunali, del capogruppo Antimo Di Francesco, dei consiglieri Libero Cipolloni e Giulietta Capriotti, del presidente dell’assemblea regionale Franco Paoletti e del consigliere regionale Sandro Donati.
All’ordine del giorno l’analisi della situazione politico-amministrativa locale e indirizzi politici in vista delle elezioni amministrative del 2006. La sintesi scaturita da un’ampia discussione è stata quella di concentrare le energie prossime del partito su: a) primarie per Prodi in programma domenica 16 ottobre dalle 8 alle 22 presso i seggi istituiti su tutto il territorio comunale; b) dibattito appena aperto dalla scelta a candidato sindaco per le amministrative del 2006.
La Margherita non farà mancare il proprio contributo al progetto politico dell’Unione che nasce dall’esigenza ben precisa d’intraprendere un percorso programmatico capace di designare le linee guida per un progetto di ampio respiro per la città e che possa rappresentare un’alternativa di governo credibile.
Parimenti, non intende sottrarsi ad confronto serio e costruttivo sia con la base del partito che con i suoi simpatizzanti, oltre che con la società civile, il mondo dell’associazionismo, dei movimenti e quello sindacale, affinché si possa convergere in modo uniforme verso un nuovo progetto che sia rappresentativo di tutte le parti. L’apertura e il confronto sono gli unici strumenti utili per consentire la partecipazione dei cittadini alla formazione dell’indirizzo politico.
Nel dibattito si è anche analizzata la candidatura espressa dai Democratici di Sinistra, espressa nel nome di Giovanni Gaspari. E’ in corso un’attenta riflessione nel partito che sta valutando l’ipotesi di poter esprimere un proprio candidato sindaco, un’eventuale candidatura che non si dovrà considerare in contrapposizione a quella dei nostri alleati politici ma di sostegno e d’indirizzo.
La Margherita, sulla base del positivo risultato elettorale in ambito regionale, nelle prossime amministrative di certo non rivestirà un ruolo da comprimaria ma da protagonista nello scenario politico cittadino e vuole proiettarsi e proporsi all’elettorato come forza di governo credibile e dotata di uomini capaci e soprattutto competenti, che possano rappresentare il valore aggiunto nelle prossime elezioni.
Al termine di questa consultazione per la scelta del candidato sindaco, la Margherita assumerà la sue determinazioni e valuterà costruttivamente le candidature avanzate dai suoi alleati di centrosinistra, soprattutto sulla base di un programma credibile per la città.
* Il segretario comunale della Margherita, Andrea Manfroni

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)