AMANDOLA. Pucci, Galiè Alessio, Galloppa, Siliquini, Marcolini, Ottaviani, Bruni, Tidei, Catalani, Caringella, Ottavi. Alfano, Lupi, Galiè Gionata, Cherri, Romanelli, Pieroni, Brucchi.
REAL CENTOBUCHI. Sciamanna, De Angelis, Cherici, Di Michele, Capecci, Zingarelli, Gaetani, Mandozzi, Amatucci, Galiè, Mozzoni. Vagnoni, Carlini, Gabrielli, Giangrossi, Marotta, Cappelli.
Reti: 70’ Caringella (A), 80’ Marotta (R).
Note: espulsi Mandozzi al 40’ e Galiè A. all’85’.
AMANDOLA – Buon pareggio del Real Centobuchi sul difficile campo di Amandola anche se nelle ultime battute dell’incontro ci sarebbe potuto stare il colpaccio esterno.
La cronaca della partita ci porta al quarto d’ora con una punizione dal limite dell’Amandola; pallone sporcato dalla barriera e il portiere Sciamanna si distende in tuffo e devia in angolo.
Pochi minuti più tardi Cherici si vede arrivare uno spiovente in mezzo all’area ma la conclusione è da dimenticare con il pallone che va abbondantemente alto sopra la traversa.
L’incontro non offre ulteriori spunti di cronaca con le due squadre che lottano a centrocampo e portieri quasi mai chiamati in causa. Sul finire del tempo viene espulso per il Real Centobuchi Mandozzi per somma di ammonizioni ma il fallo commesso dal giocatore biancoblu non sembrava di meritare il secondo giallo.
Nella ripresa stesso copione del primo tempo con le due squadre che cercano di sfruttare le fasce laterali per poter impensierire le retroguardie avversarie ma la prima azione degna di nota arriva al 55’ con una mischia a centro area; il portiere Sciamanna viene caricato, la palla finisce in rete ma l’arbitro non convalida concedendo un calcio di punizione.
Al 70’ quando ormai tutto sembrava destinato ad un timido 0 a 0 arriva una fiammata degli ospiti con Galiè che fa fuori mezza difesa amandolese, appoggia per la corrente De Angelis che a botta sicura manda di poco alto sulla traversa a portiere battuto. Gol mangiato, gol subito; sul capovolgimento di fronte arriva il vantaggio dei locali con Caringella ben servito da Ottaviani infila Sciamanna con un perfetto rasoterra.
Il Real non ci sta e nonostante l’inferiorità numerica non si è dato per vinto e a dieci minuti dal termine arriva il meritato pareggio. Punizione dalla trequarti di Di Michele scodellata in mezzo all’area e colpo di testa vincente di Marotta appena entrato in campo che festeggia la prima rete con una serie di acrobazie degne del miglior Martins.
All’85 l’arbitro ristabilisce la parità numerica espellendo Galiè Alessio reo di aver colpito intenzionalmente sul viso Giangrossi. Il finale è agitato con l’arbitro il signor Tomassetti che rischia più volte di perdere il controllo della situazione. Dopo sette minuti di recupero manda tutti negli spogliatoi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)