SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come combattere la crisi economica? In tempi di caro vita e di internet, con uno dei mestieri più antichi del mondo, debitamente adattato alle tecnologie dell’ultimo millennio: cercare monetine cadute sulla spiaggia della Riviera durante la stagione estiva.
Questa mattina il nostro obiettivo ha immortalato un uomo di mezza età dedito a questa attività (nelle foto si trova fra le concessioni balneari La Scogliera e Lido Azzurro): per la verità negli ultimi giorni ne abbiamo avvistati degli altri. Con in mano un metal detector, sfilano tra gli ultimi ombrelloni, nella spiaggia semideserta: l’attrezzo, simile a quelli adoperati per intercettare delle mine inesplose nei campi di battaglia, talvolta emette un sibilo, allorché il cercatore scandaglia la sabbia per verificare se si possa trattare di qualche oggetto di interesse, sia esso una monetina, un monile prezioso o anche una chincaglieria dispersa.
Diciamo la verità: auguriamo ai cercatori di fare fortuna. In loro c’è qualcosa di romantico e di antico, come se un personaggio neorealista fosse stato catapultato a sessant’anni di distanza. E forse, oltre il bianco e nero, non c’è davvero molta differenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 923 volte, 1 oggi)