Politica. Non mi è sembrata esatta ma solo mirata la polemica innestata da Paolo Forlì a proposito dell’attuale posizione dell’ex vice sindaco Pasqualino Piunti. Non capisco perché dovrebbe mettersi da parte. Non mi sembra che abbia mai rassegnato le dimissioni. L’altra cosa che non mi quadra è la scoperta che tra Piunti e Martinelli, in precedenza, c’erano alcune incomprensioni reciproche evidenti. Si sapeva, anche se erano ben coperte (giustamente) da rapporti istituzionali. Dovrebbe dimettersi per accelerare l’arrivo del commissario prefettizio? Le giustificazioni avanzate da Forlì non mi sembrano sufficienti. Chi, invece dell’ex vice sindaco dovrebbe fare le veci di Domenico Martinelli a Salsomaggiore? Il commissario prefettizio. Non c’è ma, anche se ci fosse, credo che i cittadini della Riviera delle Palme preferirebbero essere rappresentati da un sambenedettese. O no? Mi sembra anche abbastanza inverosimile la motivazione del surplus economico. Non spetta a Piunti ma a chi ricopre la carica di sindaco reggente. Credo di aver dato più volte prove della mia apartiticità per non essere male interpretato in questa mia “difesa d’ufficio”.
Samb. E’ in prova Cazzola, ex ala della Vis Pesaro. Lo abbiamo visto giocare così bene che sembra incredibile che sia tornato in possesso del suo cartellino (ha 23 anni!) e che nessuno si sia fatto avanti per acquistarlo. O ha giocato bene soltanto contro la Samb oppure c’è qualcosa sotto di cui personalmente non sono a conoscenza. Non dimenticando anche che Martini è arrivato alla Samb come ripiego dello stesso Cazzola che la Vis non volle cedere a Luciano Gaucci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 42 volte, 1 oggi)