SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito riportiamo le impressioni del clan rossoblù dopo la gara disputata oggi pomeriggio contro lo Spezia.
Umberto Mastellarini: “Quando si perde c’è sempre qualcosa che non funziona. Nel secondo tempo meritavamo di più, la fortuna ci ha voltato le spalle. La sconfitta non ci voleva, ci dispiace soprattutto per i tifosi. Noi ci siamo, andremo avanti sempre più forte. Capita di sbagliare, è la legge del calcio?.
Di Dio: “Ci dispiace aver perso, abbiamo dato tutto quello che potevamo. Per quanto mi riguarda sono sceso in campo con 38 di febbre, a dimostrazione del fatto che tengo molto a questa squadra. Lo Spezia ci ha fatto spendere tante energie, ci facevano correre molto. Dobbiamo pensare domenica dopo domenica remando tutti dalla stessa parte. Questa squadra è un gruppo, quando si perde la colpa va divisa in undici. Dobbiamo ancora crescere. Il terzo gol? Mi sono mosso in anticipo ma la palla ha rimbalzato sul piattone ed è entrata?.
Rosati: “Cercherò di fare il massimo per recuperare (dalla distorsione alla caviglia, ndr) per la gara di domenica prossima a Monza, ma non sono sicuro di farcela. Quanto ad oggi credo che abbiamo giocato contro una buona squadra. Non mi pare si possa dire che abbiamo giocato male, siamo stati anche molto sfortunati, specie nel secondo tempo. Se Martini anziché colpire la traversa avesse fatto gol, probabilmente la partita sarebbe cambiata. Dobbiamo dimenticarci in fretta di questa sconfitta e ripartire con immutato entusiasmo?.
De Rosa: “Il mister mi ha cambiato per dare una spinta più offensiva alla squadra, e forse anche perché, essendo ammonito, rischiavo l’espulsione. Abbiamo affrontato un’ottima squadra, molto compatta, che ci ha creato diverse difficoltà. Adesso abbiamo di fronte un’altra partita molto importante che cercheremo di giocare con la massima determinazione per cercare di riprendere la marcia positiva?.
Faieta: “Non giovavo una partita ufficiale dallo scorso 5 giugno, in occasione dei play off contro il Tolentino,. Non ho avverto l’emozione dell’esordio in rossoblù, peccato semmai che il risultato non sia stato quello che volevamo. Abbiamo avuto cinque occasioni gol nei primi venti minuti del secondo tempo, ma non le abbiamo sfruttate, mentre lo Spezia è stato più cattivo in zona gol e pure fortunato in occasione del terzo gol. Sul secondo mi è parso che fosse in fuorigioco. Errori ne abbiamo commessi molti, ma credo che qualcosa di positivo l’abbiamo comunque fatto vedere?.
Tedoldi: “Io sottotono? Quando le cose vanno male, si cerca sempre il capro espiatorio. Fino alla scorsa settimana avevo trovato un nuovo ruolo come centrale, adesso non vado già più bene. Venendo alla partita, non siamo riusciti ad interpretarla come l’avevamo preparata. Forse si cominciava a volare un po’ troppo altro, la sconfitta ci fa tornare coi piedi per terra, in ogni caso per ripartire cerchiamo di trovare anche del positivo in questa sconfitta?.
Martini: “Le occasioni per pareggiare le abbiamo avute, ma le abbiamo malamente sprecate. I miei quattro gol? Mi importa poco, mi brucia invece perdere in casa, purtroppo è andata così. Nel primo tempo eravamo bloccati, i reparti erano scollati e stavamo troppo bassi. Non mi spiego il motivo di questo, mentre nella ripresa siamo andati meglio. Concordo con Galderisi, l’obiettivo da inseguire è la salvezza?.
Dossena: “Siamo una squadra che deve completarsi, ma soprattutto sta compiendo ancora la fase di amalgama per trovare i giusti equilibri. Abbiamo bisogno di tempo, lo Spezia invece gioca da più tempo insieme e in campo si è visto. Mi è piaciuto il nostro secondo tempo. Nessun dramma per la sconfitta, andiamo avanti?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 333 volte, 1 oggi)