RIPATRANSONE – *Si svolgerà nella data più difficile e controversa del nuovo millennio l’11 settembre la Marcia Perugia-Assisi per la giustizia e la pace. Una marcia importante, la più grande manifestazione del mondo alla vigilia del vertice straordinario dei capi di stato delle Nazioni Unite convocato a New York, dal 14 al 16 settembre 2005 per decidere sul futuro dell’Onu e della vita di miliardi di persone, contro la miseria, la guerra, il terrorismo e l´unilateralismo.
Visto il rilievo dell’evento, il Comune di Ripatransone, ad opera dell’Assessorato ai servizi sociali e politiche giovanili ha deciso di aderire alle numerose azioni intraprese dalla Provincia di Ascoli Piceno, prima fra tutte l’organizzazione di un pullman di cittadini partecipanti alla marcia.
Questa iniziativa è frutto di un´intensa preparazione collettiva ed è destinata a definire proposte e programmi concreti d’intervento sociale da parte di questa Amministrazione. In detto ambito, infatti, si è tenuta sabato 3 settembre la tavola rotonda sul tema ?Pace, solidarietà e cooperazione internazionale? con l’obiettivo di riflettere e progettare insieme le attività di cooperazione e di mantenimento della pace e per una crescita dei paesi economicamente sottosviluppati. All’incontro, cui hanno partecipato tanti giovani ripani e non, sono intervenuti tra gli altri il Presidente della Provincia Massimo Rossi, il responsabile “SOS missionario? di S.B.T. Pierluigi Addari, un rappresentante della Segreteria Nazionale dell’?Associazione Libera? Davide Pati, un rappresentante del “Centro Islamico? del Piceno Mohamed El Fanni e la Responsabile del territorio per il “CVM? Gelsomina Viscione. Quest’ultima ha dato voce alla Comunità Volontari per il Mondo che è un Organismo di Volontariato Internazionale di ispirazione cristiana fondato nel 1977 da un gruppo di volontari rientrati dopo esperienze significative in alcuni Paesi dell’Africa e dell’America Latina. Il Comune ha di fatto aderito a diversi loro progetti tra i quali quello per l’approvvigionamento di acqua potabile che prevede la trivellazione di pozzi profondi, lo scavo di pozzi a mano e la protezione delle sorgenti ed è realizzato nelle aree più aride dell’Etiopia del Sud dove l’acqua riveste un’importanza cruciale per la sopravvivenza, specie di tanti bambini.
L’Ente ha partecipato, anche, al finanziamento del progetto per l’invio di materiale didattico nelle stesse aree povere. L’obiettivo di questo incontro è stato perciò quello di dar vita ad una azione costruttiva che possa fornire lo slancio alla sensibilità comune verso il tema non solo della pace ma anche del volontariato e della cooperazione internazionale verso i Paesi africani e asiatici.
Alla tavola rotonda si è, inoltre, discusso del progetto “Adotta un popolo?, promosso in concomitanza con la Marcia e che prevede, fra l’altro, l’ospitalità nel nostro territorio di 6 rappresentanti dell’ONU dei Popoli con il coinvolgimento di 20 comuni, oltre al nostro.
A Ripatransone in relazione a detta manifestazione, lunedi 12 settembre alle ore 21,00 presso il teatro L. Mercantini, si terrà un incontro–dibattito, con un rappresentante del Senegal.
* Sindaco Paolo D’Erasmo e Assessore Maurizio De Angelis

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 567 volte, 1 oggi)