SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due nuovi arresti per droga a San Benedetto. All’alba del 7 settembre la Polizia ha perquisito un appartamento in via del Cacciatore, a Porto d’Ascoli, dove sono state rinvenute sostanze stupefacenti e materiale probabilmente sottratto in cantieri edili.
Nell’appartamento vivevano gli extracomunitari clandestini: Abdallla Ben (tunisino del 1974) e Mohammed Sala (egiziano del 1979), i quali spacciavano le sostanze illecite, accettando come pegno i materiali edili rinvenuti.
Insieme alla droga (sette dosi di eroina e tre di hashish) sono stati sequestrati un bilancino di precisione in plastica, circa 180 euro in contanti, due cellulari e diverse schede telefoniche internazionali. In particolare attraverso le carte internazionali, la Polizia di San Benedetto cercherà di rintracciare eventuali contatti e complici all’estero degli spacciatori.
I clandestini sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di eroina e hashish in concorso e sono soggetti ai provvedimenti di espulsione emanati dai Questori di Ascoli Piceno e Agrigento.
L’egiziano è risultato responsabile di diversi reati connessi allo spaccio, alla ricettazione e all’immigrazione clandestina, mentre il secondo in passato aveva utilizzato dieci diverse false generalità.
La polizia sta ora cercando di rintracciare i legittimi proprietari del materiale edile sequestrato, che può essere visionato nella fotogallery.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 911 volte, 1 oggi)