SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non accennano a placarsi le polemiche in merito all’intricato e interminabile ‘caso’ Bogliacino. Dopo il botta e risposta a distanza tra l’ex consulente di mercato rossoblù Vincenzo D’Ippolito ed il responsabile relazioni esterne Gabriele Mastellarini, è intervenuto anche il calciatore, che a Tv Luna, un’emittente partenopea, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “La verità è che sono andato alla Sambenedettese per l’amicizia che mi lega a Vincenzo D’Ippolito; c’erano squadre di B che mi volevano, ma scelsi di andare alla Samb proprio per l’amicizia che mi lega a D’Ippolito. Se la Samb avesse centrato la promozione in B sarei rimasto; questo era l’unico modo per restare lì. La Samb non è andata in B e quindi sono di proprietà della squadra uruguaiana del Plaza. Da parte mia non c’è stata nessuna opzione firmata per far sì che la Samb potesse riscattare il mio cartellino entro il 31 luglio; per questo motivo sono tranquillo. Sono un giocatore del Napoli a tutti gli effetti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 549 volte, 1 oggi)