Finalmente parte un vasto progetto di riqualificazione dell’area portuale
sambenedettese, in quattro anni è il terzo contributo sempre crescente della
Comunità Europea che San Benedetto riesce ad attingere in ambito portuale,
questa volta il progetto si è classificato primo e partirà fra alcuni
giorni.
Negli ultimi giorni ci sono stati frequenti colloqui con il Comado della
Capitaneria e il Ministero delle Infrastrutture Genio Opere Marittime
affinché venisse rilasciato il necessario nulla osta datato 31 agosto 2005 a
cui è seguita la celere autorizzazione della Capitaneria di Porto, i tempi
erano strettissimi e l’amministrazione doveva affidare i lavori entro il 4
settembre.
L’importo ammesso a contributo dalla Comunità economica Europea è di euro
749.405 e l’importo del contributo effettivo per la città di San Benedetto
del Tronto è di euro 636.145,02, il primo stralcio dei lavori prevede la
completa illuminazione dell’area portuale nord, lavori già assegnati alla
Elettroimpianti di Castorano per 30.362 euro, nelle vie Marco Polo, Via
Pigafetta, Via Vasco De Gama e altre limitrofe.
I lavori come comunicatomi dall’assessore uscente Giovanni Poli
proseguiranno con asfaltature e risistemazione di tutto l’ambito portuale
compreso la Banchina Rodi.
E’ un finanziamento importante a cui sono legati diversi lavori di
ammodernamento dell’area portuale tra cui la costruzione del nuovo scalo di
alaggio e varo che consentirà ai cantieri navali di tirare a terra
imbarcazioni di stazza complessiva molto superiori agli attuali.
Il finanziamento di così elevato importo è solo una parte degli ingenti
finanziamenti ottenuti in soli quattro anni da fonti esterne da questa
amministrazione uscente.
Voglio ringraziare pubblicamente l’assessore Poli e l’assessore alle finanze
Vignoli per la fiducia accordatami nella realizzazione di tali e tanti
progetti in ambito portuale.

*Marco Lorenzetti
Assessore uscente
Pesca e Attività Produttiv

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 210 volte, 1 oggi)