Dimissioni sindaco Martinelli. Come promesso mi accingo ad un mio personale commento. Negli ultimi tempi mi sono dedicato personalmente della politica sambenedettese in un momento assai critico, per diversi motivi. Logico che mi sia fatta un’idea ma anche che qualcosa mi sfugge. Partiamo dal sindaco (non mi va di chiamarlo ex) Domenico Martinelli. Io credo che quando è stato chiamato a candidarsi sindaco, nel 2001, aveva un’idea della politica ora ne ha un’altra. Era in lui evidente ieri la pressione di questi anni e la frase: “Quanto è difficile ricoprire la carica di primo cittadino”, lo conferma. Perché allora ha annunciato ieri che quasi certamente, se glielo chiederanno,accetterà la candidatura con una lista che non sia di centro-destra? Secondo me perché ritiene di aver acquisito consensi più a livello personale che per merito della giunta. Ha quindi in mente di farli capitalizzare a chi ritiene più affidabile. I molti lettori che giornalmente mi scrivono hanno fatto anche i nomi dei suoi probabili alleati. Se sono chiacchiere o fatti lo vedremo presto. Un po’ più in là invece si saprà se i calcoli di Martinelli erano giusti. Certo che al momento ha due corazzate e mezzo (An, Ds e Forza Italia) contro che, numeri alla mano, lascerebbero poco spazio ai sogni di gloria.
Il forum di sabato e domenica scorsi al Quadrifoglio aveva fatto credere, inizialmente, che il comportamento del sindaco aveva avuto l’effetto di ricompattare il centro destra. Tutto falso. Ieri in comune si sono ‘scannati’ l’un contro l’altro: per An (Vignoli) Forza Italia si è comportata malissimo firmando due documenti dai contenuti controversi, per Forza Italia (Evangelisti) no perché loro erano disposti a tutto pur di arrivare a fine mandato. Addirittura contrasto interno nell’Udc: per Turano il comportamento del sindaco era stato deplorevole, per Lorenzetti il contrario. “Ritroveremo presto l’armonia” le uniche parole dell’ex assessore alle Attività produttive. Insomma un mezzo caos con il centro sinistra che non può che sorridere. Questa la parte buona dei miei pensieri, la parte brutta ai Disappunti quotidiani di domani.
Dimenticavo: Ciccioli di An mi aveva assicurato che, entro oggi, avrebbe spiegato perché ha affermato che la stampa sambenedettese scrive in modo precostituito. E’ ancora in tempo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)