SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Chiude i battenti la sessione estiva del calciomercato. Ieri all’Hotel Quark di Milano si è consumato l’ultimo atto di una ‘maratona’ avviatasi lo scorso 1° luglio. D’ora in avanti, lo abbiamo ripetuto più volte, si potranno contrattualizzare solo calciatori svincolati; altrimenti l’appuntamento è per il prossimo 3 gennaio, quando prenderà il via il cosiddetto mercato di riparazione.
Anche la Samb, ieri, protagonista. Un primo bilancio in casa rossoblù. “Direi ottimo?, sentenzia Gabriele Mastellarini. “Abbiamo acquistato due centrocampisti, prendo naturalmente in considerazione anche De Rosa, che ci torneranno molto utili. Perrulli, nonostante la giovane età, è un ragazzo di indubbio valore e lo dimostrerà, prova ne è il fatto che l’Udinese si è affrettata a comprane metà del cartellino dall’Ascoli. Poi Guastalvino, una garanzia, un difensore che non ha bisogno di presentazioni. Nonostante negli ultimi due anni a Vicenza abbia giocato poco (13 presenze, ndr), ritengo che in C1 possa fare la differenza?.
Mastellarini junior ci tiene poi a mettere in risalto la mancata cessione di Marco Martini, punta di diamante dell’attacco rossoblù, assai conteso ieri (e non solo) nel corso dell’ultima, frenetica giornata di calciomercato milanese.
“Martini è un regalo che mio padre ha voluto fare alla città – argomenta Gabriele – spero che i tifosi apprezzeranno. Avevamo anche valide alternative, abbiamo allacciato contatti con punte del calibro di Zerbini, Maniero (pAodva, ndr), Cellini (Foggia) e altri ancora, ma, come si dice, al cuore non si comanda. Abbiamo rifiutato offerte di società cadette quali, tra le altre, Catanzaro, Mantova e Piacenza. E’ chiaro – continua – che se pensiamo ai bilanci la sua cessione andava caldeggiata, con i tempi che corrono determinate proposte vanno quanto meno valutate, eppure, ripeto, mio padre non ha voluto sentire ragioni?.
“Non ci siamo in ogni caso pentiti di questa scelta?, conclude. E il giocatore? “Non penso avrebbe disdegnato una squadra di B, un giocatore punta sempre a categorie più alte, ma al tempo stesso credo sia contento, del resto ha ribadito più volte di stare molto bene a San Benedetto?.
Nelle Marche rimane l’attaccante di Gradara, come pure tanti altri calciatori ai margini della prima squadra, di cui la Samb voleva provarsi. Pensiamo ai vari Maury, Chiurato, Winter, Yantorno e Irace. Oltre al secondo portiere Di Dio, possessore di un contratto piuttosto oneroso per la casse della società rivierasca.
“Il rammarico maggiore è legato proprio a questi giocatori – risponde l’ex responsabile marketing rossoblù – adesso vedremo se riusciremo ad arrivare a una risoluzione consensuale dei loro contratti, oppure, mi riferisco a Di Dio e Maury, a ritoccarne gli ingaggi decisamente fuori della nostra portata. Il belga si è opposto al trasferimento al Cuneo, eravamo d’accordo, mentre per Chiurato c’è stato un interessamento del Melfi. A Irace avevano pensato i dirigenti del Giulianova. Alla fine però non è andata in porta alcuna di queste trattative?.
Si profilano dunque operazioni solo in uscita? “Esatto – concorda – abbiamo 30 giocatori in organico, più dell’Inter! Sono onestamente un po’ troppi, vedremo se sarà possibile sgravarci di qualche contratto. Per il resto credo che la squadra vada bene così com’è, al limite potremmo pensare di prendere un centrocampista (Faieta?, ndr) tra gli svincolati. Successivamente valuteremo se sarà il caso di intervenire nel corso del mercato invernale, ma ritengo che Galderisi ora abbia a disposizione valide alternative in ogni reparto?.
INCONTRO DI MARTEDI’. Gabriele Mastellarini, interpellato, ha infine espresso un parere sull’incontro avvenuto martedì scorso presso il Comune, alla presenza degli assessori Pierluigi Tassotti e Bruno Gabrielli, con gli albergatori ed i concessionari di spiaggia. “La risposta che auspicavo da parte di queste due componenti – afferma un poco affranto – non c’è stata: erano presenti appena quattro concessionari ed un solo albergatore, tra i quali Erminio Giudici e Giuseppe Ricci. Troppo poco. In ogni caso non intendiamo arrenderci, abbiamo chiamato singolarmente gli albergatori e la prossima settimana qualcuno della società passerà a raccogliere le adesioni?.
ABBONAMENTI. Seppure non sia stato effettuato un conteggio ufficiale, le tessere sottoscritte in questa prima parte della settimana sono arrivate a superare quota 1.000. Certo ancora poche rispetto all’anno passato (1.631), anche se si deve registrata una lieve accelerazione, dovuta probabilmente alla vittoria conseguita domenica scorsa dalla squadra di Galderisi.
Da Viale dello Sport fanno sapere che la campagna abbonamenti quasi sicuramente verrà prolungata sino al prossimo incontro casalingo in programma l’11 settembre contro l’ambizioso Spezia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 686 volte, 1 oggi)