Si è conclusa oggi la prima esperienza, dopo anni di opposizione, del centro destra al timone del comune di San Benedetto del Tronto. Questa mattina, alle ore 10.35, il sindaco della città, Domenico Martinelli ha posto fine al suo mandato con una conferenza durante la quale non ha usato mezze parole. Ne è scaturito un processo sereno ma con sentenze inappellabili. Oggi era l’ultimo giorno utile per ritirare le dimissioni presentate il 16 agosto scorso e non lo ha fatto. Le conseguenze?
Quelle burocratiche prevedono che domani si insidierà in comune il commissario nominato dalla prefettura di Ascoli Piceno. (A proposito della sede della nostra provincia, partendo dalla fine, cito le parole dell’on. Scaltritti arrivato nella sala giunta appena terminata la conferenza “I politici ascolani che hanno ‘distrutto’ negli anni passati San Benedetto hanno contribuito in questa vicenda a dare il colpo di grazia?).
Le conseguenze politiche saranno valutate prossimamente dalle segreterie politiche: quelle dell’ex maggioranza faranno a gara nel voler dimostrare che la colpa era degli o dell’alleato, l’ex minoranza cercherà si sfruttare il momento a loro indubbiamente favorevole. Ne vedremo delle belle.

*Il resoconto della conferenza stampa verrà pubblicato a spezzoni per dare prima possibile informazioni ai nostri lettori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 445 volte, 1 oggi)