SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha dato alla Samb tre punti che sanno di miracolo. Si è dimostrato un vero leader. E lo è anche a parole (oltre che con i fatti). Marco Martini ieri aveva lasciato la sala stampa con il sorriso sulle labbra ma anche una frase che ha creato non pochi turbamenti ai tifosi che lo hanno eletto, dopo che ha superato alla grande due estati non semplici, idolo indiscusso. “Domani (oggi per chi legge) parlerò con la società per chiarire alcune cose?, ha detto.
Ma Dossena, sempre dopo Samb-Novara, ha confermato che il giocatore è e resta alla Samb (e pensare che a luglio qualcuno lo voleva cedere per 300 mila euro…). Conferma ribadita nel tardo pomeriggio di oggi: “Martini è un giocatore della Samb, non ci piove. Per andar via, dovrebbero darci tanti di quei soldi che… nessuno sarà mai disposto a spendere!?. Lo stesso Martini precisa che “siamo tutti coscienti del momento di difficoltà della squadra e degli sforzi che sta facendo il presidente: l’intento mio e di tutti i ragazzi che erano qui lo scorso anno è quello di dare una mano a questa società: l’importante è che ci sia sempre chiarezza”.
Dossena, che si è recato a Milano per gli ultimi due incandescenti giorni di calciomercato, ci tiene anzi a rassicurare l’ambiente rossoblù: “Ci saranno delle novità – afferma il diesse rossoblù – entro mercoledì?. Dossena non si scompone sugli obiettivi di mercato che comunque sono noti: due centrocampisti (uno sarà Faieta a meno di colpi di scena), un attaccante di riserva, ed eventualmente un portiere di riserva o un altro difensore. Ma l’obiettivo principale è di sfoltire il monte stipendi o, almeno, di cedere qualche giocatore per farne arrivare altri ritenuti più opportuni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 873 volte, 1 oggi)