A poche ore dal termine della scadenza dei venti giorni entro i quali il sindaco Martinelli ha facoltà di ritirare le proprie dimissioni, sento la necessità di lanciargli un accorato appello affinché eviti di cadere nella trappola tesagli in questi giorni dai propri carnefici, e affinché resti fermo sulla propria linea d’integrità politica, umana ed intellettuale.
Pertanto non aderirò alla riunione convocata, addirittura, da chi ha scritto le pagine politiche più tristi degli ultimi 4 anni a San Benedetto del Tronto: Alleanza Nazionale. Né avrei aderito, se vi fossi stato invitato, a quella convocata dall’On. Scaltritti. Ritengo, anzi, altamente offensivo nei confronti del sindaco e della città intera che, a questo punto del mandato amministrativo, registi incapaci fischiati dal pubblico tentino di imporre sulla scena l’ulteriore farsa tragicomica dalla quale, ufficialmente e lestamente, prendo le debite distanze.
Ritengo, invece, di alto profilo il lavoro svolto da Mimmo Martinelli in questi 4 anni e sono sicuro che, nel caso in cui dovesse riproporre la propria candidatura fra pochi mesi, i cittadini lo premierebbero per due motivi essenziali:
La concretezza di aver realizzato in pochissimo tempo innumerevoli opere.
La forza politica che ha saputo dimostrare, praticamente da solo, laddove è mancata la quasi totalità della classe dirigente politica del centro-destra.
Il mio appello, caro Mimmo, è quello di confermare le tue dimissioni per mandare definitivamente a casa una classe dirigente della CdL troppo misera in qualità e capacità, che necessita di un rapido rinnovamento. Il mio appello, caro Mimmo, è quello di confermare il tuo impegno politico anche per i prossimi 5 anni, facendo tesoro di cosa è successo in passato e lavorando in questi mesi alla costruzione di una lista per il 2006 composta di uomini leali, capaci e di alto profilo morale.
Se così deciderai di fare, io ed il Nuovo PSI, saremo saldamente dalla tua parte e contribuiremo alla costruzione di un importante soggetto politico. Se invece, malauguratamente, cadrai nella trappola di accettare protodocumenti utili solo a chi te li firmerà, da qui alla fine del mandato amministrativo io ed il Nuovo PSI non siederemo di certo al fianco di nessuno dei tuoi carnefici.

*Paolo Forlì,
Capogruppo Nuovo PSI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 279 volte, 1 oggi)