SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal ritiro di Villa Picena, mister Galderisi, in riunione con Beppe Dossena per studiare tutte le eventuali mosse di mercato del club rossoblù (al centrocampo della Samb servirebbe come il pane un rinforzo per reparto, specialmente a centrocampo), delinea le prospettive della formazione rivierasca il giorno prima dell’esordio di campionato, al cospetto del Novara: “Credo che la cosa più importante sia la chiarezza – spiega l’allenatore rossoblù – e noi con i nostri tifosi lo siamo stati. La Samb è ancora un cantiere aperto e con Dossena stiamo lavorando per chiuderlo al più presto e poter cominciare a lavorare al meglio?.
“Sono da pochi giorni qui a San Benedetto – continua l’ex Nazionale – quando invece l’ideale sarebbe stato partire con tranquillità dal 20 luglio. Quello che posso promettere è il massimo impegno mio e dei ragazzi, che vedo attenti e vogliosi di migliorare, per onorare questa gloriosa maglia?.
Riguardo le prospettive del campionato rossoblù, Galderisi è ugualmente sincero: “Ripeto, solo quando riusciremo ad assestare completamente la squadra potremo valutarle appieno. Fatto sta che in questo momento ho con me quattro giocatori della Berretti e diversi ragazzi esordienti in C1?.
Samb destinata a lottare per salvarsi? Se il calciomercato non avrà scossoni (la Samb deve vendere alcuni giocatori per poter, poi, acquistare), probabilmente sì. Con Faieta, un altro centrocampista di qualità e un attaccante di riserva e una buona dose di fortuna, qualcosa potrebbe cambiare. Specie se il duo Martini e Scandurra dovesse funzionare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 398 volte, 1 oggi)