GROTTAMMARE – Il FestivaLiszt continua a riscuotere un grande successo, richiamando un folto pubblico nelle sue serate conclusive. Giovedì 25 agosto, nella chiesa di Santa Lucia, al paese alto, si è esibito al pianoforte il francese Pierre Réach.
Il musicista è noto per aver suonato nel 1997 sulla vetta del Pic du Midi, nei Pirenei, a 2800 metri di altezza. In quell’occasione il suo pianoforte a coda fu trasportato da un elicottero, per far sì che l’artista potesse esibirsi in un grande concerto trasmesso in eurovisione.
L’artista francese ha estasiato il pubblico del terzo Festival internazionale di musica da Camera di Grottammare con la “Sonata op. 31 n. 2 “La Tempesta?, la “Sonata op. 106 “Hammerklavier? tutte di Beethoven e la “Sonata in Si minore? del compositore ungherese a cui è dedicata questa rassegna musicale, Ferenc Liszt.
Reach, che di recente è stato nominato Professore Honoris Causa al conservatorio di Shangai, ha interpretato poi fuori programma, nella raccolta chiesetta di S. Lucia, una classicissima corale di Bach – Musoni ed il “3° movimento della sonata n. 18? di Beethoven.
Erano presenti al concerto il presidente della Provincia Massimo Rossi, il sindaco di Grottammare Luigi Merli e moltissimi appassionati provenienti da tutta la regione, giunti a Grottammare per applaudire Pierre Reach al piano.
Venerdì 26 agosto il Festival grottammarese si è concluso con un Convegno-Conferenza dal titolo “La grandezza di Liszt?.
Sotto le Logge di Piazza Peretti, nel vecchio incasato di Grottammare, sono intervenuti come relatori Mario Baroni, critico e storico musicale, Luciano Chiappari, biografo di Liszt, Rossana Dalmonte, direttore artistico all’Istituto Liszt di Bologna ed Enrico Ferri, presidente dell’Associazione italiana Liszt. Dopo una piacevolissima degustazione di vini locali, ha avuto luogo la cerimonia di conferimento del Premio Liszt alla carriera, quest’anno assegnato a Leslie Howard, un grande pianista, definito il più curioso visitatore di ogni pagina firmata F. Liszt.
Il Maestro ha interpretato al piano, nella chiesetta di S. Lucia, alle 21,30, musiche di Liszt, “Variazioni sul motivo di Bach?, “Sonata in Si minore, S178?, la stessa eseguita giovedì sera da Pierre Reach – presente tra il pubblico pronto ad applaudirlo- “Reminescenze degli Ugonotti di Meyerbeer, S412 iii? e una bellissima fantasia sui temi del “Figaro? e del “Don Giovanni? di Mozart, S697.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)