ALBA ADRIATICA – La Questura ed il Comando Provinciale Guardia di Finanza di Teramo hanno rafforzato nel periodo estivo i servizi di controllo a strutture ricettive ed esercizi pubblici. Giovedì 25 agosto in un campeggio di Alba Adriatica è stato effettuato un controllo in seguito a segnalazioni che indicavano la presenza di di numerosi cittadini extracomunitari irregolari.
L’area destinata ai clandestini mostrava evidenti carenze igienico-sanitarie ed ospitava, nei 20 bungalow esistenti, 60 cittadini stranieri di nazionalità prevalentemente senegalese e nigeriana. Solo 25 extracomunitari sono risultati in regola con la normativa vigente in tema di soggiorno, mentre gli altri sono stati tutti accompagnati in Questura per i controlli di rito.
Due tra gli uomini fermati sono stati arrestati perchè non avevano rispettato un precedente Ordine del Questore di Teramo che li obbligava a lasciare il territorio nazionale. Sette extracomunitari sono stati invece denunciati all’Autorità Giudiziaria poichè in possesso di merce con marchi contraffatti e per violazione della normativa sulla tutela del diritto d’autore, mentre per i restanti stranieri è stato emesso decreto di espulsione.
L’operazione è stata svolta con l’ausilio di unità della Squadra Mobile, della Polizia Stradale, del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Pescara e di Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Pescara.
I militari della Guardia di Finanza hanno proceduto al sequestro penale di 1450 occhiali e relativi portaocchiali di false griffe (Dolce & Gabbana, Gucci, Adidas), 1182 borse di false griffe (Chanel, Lacoste, Vuitton); 1093 CD; 215 DVD e 142 capi vari di abbigliamento di false griffe (Nike, Prada, Cavalli).
Sono state inoltre sequestratte, perchè messe in vendita senza licenza, 176 borse, 130 occhiali e numerosi oggetti di bigiotteria.
Il valore della merce sequestrata si aggira intorno ai 40.000 euro.
I servizi congiunti tra Questura e Comando Provinciale Guardia di Finanza sono attivi nella coosta abbruzzese e mirano soprattutto a rintracciare cittadini stranieri clandestini e a verificare la regolarità amministrativa e contabile delle attività commerciali.
m.c.p.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 530 volte, 1 oggi)