SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non c’è solo fumo, c’è anche dell’arrosto – afferma Mastellarini alle telecamere del Tg3 Marche – Spero che nel giro di due o tre giorni tutto possa concludersi al meglio?. Per avere qualche notizia su cosa sta accadendo a livello societario, occorre tendere l’orecchio mentre i colleghi del telegiornale regionale intervistano il presidente della Samb. Durante l’affollatissima conferenza stampa che si è svolta ieri mattina alle ore 11 (quante persone presenti? Duecento? Trecento?), impossibile provare a confrontarsi con la dirigenza e il commercialista della Samb Marco Fraticelli, impegnati, caso mai, a rispondere a qualche domanda dei tifosi.
Difficile anche parlare con il neo direttore sportivo Beppe Dossena e all’allenatore Giuseppe Galderisi. Fatto sta che Fraticelli, commercialista della Bathford Limited, società fiduciaria che ha la proprietà della Samb Calcio, ribadisce tutto quanto accaduto nell’ultimo anno. Nulla da eccepire, chiaro: “Abbiamo aumentato il capitale sociale a marzo, chiedendo anche l’ingresso di soci sambenedettesi in qualsiasi modo, compresa la formula dell’azionariato popolare. Ma i 100 mila euro messi a disposizione sono stati poi ricapitalizzati dai soci esistenti?. E quindi a snocciolare i dati di fatto: “La Samb è perfettamente in regola con i pagamenti fiscali, tanto che abbiamo chiesto il ripescaggio in Serie B?, afferma. Conti alla mano: entro la fine di giugno sono stati pagati 350 mila euro di Inps, 200 mila di Irpef, 100 mila di Inail. E di qui è semplice arrivare all’attualità, ovvero alle varie trattative societarie che hanno tormentato l’estate della Samb, complice il forfait di D’Ippolito e l’abbandono formale di Paterna. “Abbiamo sempre detto di essere aperti all’ingresso di nuovi soci, soprattutto se sambenedettesi. Tuttavia siamo stati contattati da moltissimi personaggi, che, al momento di cacciare i soldi necessari, sono sempre spariti, forse credendo che questa è una trattativa di semplice soluzione. È quindi inutile che noi informiamo i tifosi circa queste persone, dato che poi, regolarmente, svaniscono nel nulla. Se dovesse accadere qualcosa di concreto, saremo i primi ad informarvi?. Fraticelli non lesina velate accuse alla stampa locale, rea di inventare trattative fasulle, sollevando le facili ilarità dei tifosi sui cronisti presenti. “Occorre restare tranquilli – predica infine – perché questa società va avanti anche con i mezzi attualmente disponibili?.
Il presidente Umberto Mastellarini, che in questi giorni ha lavorato fianco a fianco a Beppe Dossena, ha ribadito quanto espresso da Fraticelli: “Siamo disponibili all’ingresso di nuovi soci – spiega – La Samb ha un cuore, ed è entrata anche nel mio cuore. Qualcuno la vuole sfasciare ma ricordate che questa squadra è vostra, possono cambiare i presidenti e gli allenatori ma la Samb non finirà mai. Vi prego di aiutare il mister e la squadra: non critichiamoli alla prima sconfitta!?
Saranno comunque giorni importanti per la Samb, stando a quanto dichiarato successivamente dallo stesso Mastellarini al Tg3 Marche. Intanto la Samb dovrebbe avere, oltre il marchio Riviera delle Palme (il Consiglio Comunale deve ratificare la nuova convenzione da 250 mila euro già approvata dalla giunta), anche il nuovo sponsor Tricomedic, azienda tricologica pescarese. L’operazione è stata resa possibile grazie alla mediazione della Media Tech, concessionaria di pubblicità che da quest’anno gestisce la cartellonistica e l’insieme delle pubblicità inerenti la Sambenedettese.
Per quanto riguarda la cartellonistica interna allo stadio, la Media Tech ha promesso alla Samb di raddoppiare le entrate rispetto a quanto avvenuto nella passata stagione sportiva. In soldoni: dai 120 mila euro raccolti nel 2004-05 ai circa 250 preventivati per l’anno che arriva. Non male.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 666 volte, 1 oggi)