Politica. Si dice “chi si loda si sbroda?. E’ vero ma in certi casi non si può sottacere che l’unica testata che aveva visto giusto, senza cercare a tutti i costi scoop che non avevano ragione di essere, è stata LaRiviera cioè noi. Eravamo pressoché certi che Martinelli sarebbe tornato sui suoi passi perché era razionalmente la cosa migliore da fare. Gli sbagli esistono per essere corretti e, in questa maggioranza, li hanno fatti un po’ tutti. Quando qualcuno (non diciamo chi per correttezza ma non è difficile indovinare) ha iniziato a rivedere i propri anche se più veniali, è iniziata una catena che ha portato al risultato più razionale: arrivare fino in fondo essendo il traguardo vicinissimo.
Una decisione diversa avrebbe significato la fine politica di tutti gli attuali alleati. Come scrivevo ieri, infatti, il commissariamento di una città è sempre un evento negativo che pagano puntualmente coloro che lo producono. Ha prevalso quindi l’interesse generale ed il male minore. Qualsiasi altra mossa avrebbe favorito la compagine avversaria, in questo caso il centro sinistra che per il centro destra significa il male peggiore. Chi ha poi lavorato meglio o peggio lo decreteranno gli elettori a maggio prossimo.
E questo è tutto un altro discorso sul quale noi di Sambenedetto Oggi promettiamo di essere più chiari possibili e di fare di tutto per rendere più trasparenti possibili le intenzioni dei candidati al posto di comando della nostra città.
IL DIRETTORE

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 68 volte, 1 oggi)