Ivrea-Novara 1-2
IVREA (4-3-2-1): Caparco, Cordone, Zappella, Vinello, Trapella, Sacco (34’ st Mercuri), Brighi, Piovani, Murante, Zucco, Borneo. A disposizione: Di Sarno, Cota, De Pascale, Gianetto, Giuriato, Magnano. Allenatore: Jaconi.
NOVARA (4-4-2): Doardo, Morganti, Ciuffetelli, Zaccanti, Colombini, Leto Colombo (23’ st Bigatti), Porcari, Braiati (30’ st Pellegrini), Cristiano, Elia (11’ st Martinetti), Pinamonte. A disposizione: Redaelli, Cosenza, Nicoletto, Biciga. Allenatore: Cabrini.
Arbitro: Vuoto di Livorno.
Marcatori: 29’ pt Elia (N), 30’ pt Leo Colombo (N), 15’ st Borneo (I).
Spettatori: 199 paganti per un incasso pari a 950 euro.
Angoli: 7-5 per il Novara.
Ammoniti: Trapella (I), Braiati ((N), Colombini (N), Porcari (N).
Espulsi: Zappella (I).
CASALE – Sul neutro di Casale Monferrato, allo stadio ‘Natal Palli’, il Novara di Antonio Cabrini ipoteca il passaggio del turno di Coppa Italia di terza serie, centrando la seconda vittoria in altrettante esibizioni; gli azzurri dopo la gara di ieri sera contro l’Ivrea guidano la classifica del girone A con 6 punti all’attivo.
Un Novara che pure ha dovuto fare a meno di diverse pedine: ai vari Clemente (faringite), Brizzi e Palombo (ancora non al meglio dopo i rispettivi infortuni), si sono aggiunti Cusaro, Franzese, Rubino e Puccinelli, tutti sul mercato ed in procinto di accasarsi altrove. Anche l’Ivrea ha lamentato qualche defezione (Sinato, Andreotti e Rossi), ma ha soprattutto pagato il gap tecnico al cospetto dei più quotati avversari. Gli ospiti dal canto loro hanno impostato il match su di un 4-4-2 votato alla fatica, al quale la squadra dell’ex di turno Osvaldo Jaconi ha opposto un 4-3-2-1 con l’immarcescibile Costantino Borneo ad agire da unico punto di riferimento più avanzato.
Gli azzurri chiudono il derby piemontese di Coppa nello spazio di appena 60 secondi. Al 29’ una punizione di Costantini costringe il portiere Caparco a deviare la palla sulla traversa; la sfera viene ripresa da Elia, il quale da due passi insacca con un colpo di testa. Dopo un minuto il raddoppio: lungo lancio di Ciuffetelli, il solito Elia ‘spizza’ la palla di testa per l’accorrente Leto Colombo che con un destro preciso indirizza la palla a fil di palo, sulla destra dell’estremo difensore arancione.
L’Ivrea accorcia le distanze al quarto d’ora della ripresa, grazie ad un gran gol di Borneo, il quale da fuori area lascia partire un destro potente e preciso che va a spengere la propria corsa sul ‘sette’ della porta difesa dall’incolpevole Doardo.
Per il Novara l’ennesima buona prova in attesa del campionato che scatterà tra sei giorni, sul campo della Sambenedettese. Dopo aver chiuso l’anno passato solo ai play out, gli azzurri tenteranno di centrare una stagione di ben altro trend. Antonio Cabrini, forte di una discreta campagna rafforzamenti messa in atto dal sodalizio del patron Resta, sta lavorando bene, raccogliendo peraltro i frutti di tali sforzi: le amichevoli precampionato hanno infatti confermato che il Novara nel prossimo C1/A potrebbe recitare un ruolo da protagonista. Si attendono conferme.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)