Italia – Grecia 98-96 dts (20-23, 46-43, 58-65, 83-83)
ITALIA: Basile 14, Galanda 4, Bulleri 12, Marconato 6, Chiagic 3, Pozzecco 24, Soragna 7, Calabria 11, Mordente 2, Gigli 3, Mancinelli 12. N.e.: Pecile, All. Recalcati.
GRECIA: Zisis 7, Hatvitreas 9, Diamantidis 11, Papadopulos 20, Kakiouzis, Spanoulis 11, Dikuodis 11, Papanikalaou, Fotsis 2, Tsartaris 5, Vassilopoulos. N.e.: Papamakarios. All. Kolokythas.
Arbitri: Sabatta, Sardella, Giansanti. Spettatori: 1.800 circa.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In un palasport gremito in ogni ordine di posto, grande evento sportivo per la città di San Benedetto del Tronto che ha saputo dimostrare come si possa vivere non di solo calcio, quando i cosiddetti ‘altri’ sport vengono giocati a buon livello, come nel caso della giornata conclusiva del Torneo Internazionale dell’Adriatico. Di fronte l’Italia e la Grecia: alla fine l’hanno spuntata gli azzurri per 98 – 96 dts (83-83) dopo una gara vibrante, dai toni agonistici e tecnici molto elevati: insomma, tutto sembrava tranne che una gara amichevole, anche in vista degli Europei che sono alle porte, ai quali parteciperanno entrambe le formazioni.
Per quanto riguarda il match, il primo quarto è stato ad appannaggio della formazione ellenica che, trascinata da un irresistibile Papadopulos, chiudeva in vantaggio per 23 – 20. A pesare per gli azzurri un parziale negativo di 0-9 che li portava sotto per 8-16 ed ai quali i ragazzi di Recalcati rimediavano con due triple rispettivamente di Calabria e Basile. Nel secondo quarto si assisteva al ‘Pozzecco show’: il piccolo play italiano deliziava il numero pubblico accorso al palasport “Speca? con delle discese delle sue e con dei numeri di alta classe che in poco tempo permettevano all’Italia di ribaltare il risultato. Il quintetto composto dal doppio play-maker Pozzecco – Basile e da Marconato, Mancinelli, e Mordente metteva alle strette la formazione greca che chiudeva il secondo quarto sotto di tre punti e precisamente 46 – 43.
Nella ripresa, l’inizio del terzo quarto vedeva una partenza sprint degli azzurri (soprattutto di Bulleri) che con tre triple distaccavano al Grecia, seppur temporaneamente. In effetti, nella parte finale del tempo gli ellenici riuscivano a perforare più volte la difesa temporaneamente impostata a zona da coach Recalcati ed a chiudere la frazione in vantaggio per 65 – 58. Ecco allora che entrava ancora in scena Pozzecco il quale, da solo, trascinava l’Italia alla rimonta, complice anche un ‘tecnico’ inflitto all’allenatore greco dopo appena dieci secondi di gioco. In poco più di un minuto l’Italia raggiungeva la Grecia (solo con realizzazioni di Pozzecco). Ad un minuto dalla fine, sul 79 pari, Papadopulos, il migliore degli avversari, commetteva un fallo ‘antisportivo’ sullo sgusciante Pozzecco che apriva le porte alla vittoria degli azzurri la quale tuttavia non si concretizzava allo scadere.
Nel tempo supplementare le due formazioni combattevano punto a punto ed alla fine aveva la meglio l’Italia con la Grecia pronta tuttavia a recriminare per la non segnalazione, a pochi secondi dalla fine, di un evidente fallo che avrebbe permesso almeno di impattare, ma essendo tutto sommato una gara amichevole, tale svista è più facile da digerire. Senza ombra di dubbio, miglior giocatore per l’Italia Gianmarco Pozzecco, autore di ben 24 punti; mentre per la Grecia Papadopulos, autore di 20 punti e dominatore incontrastato della lunetta. Bene anche Basile per gli azzurri. Abbastanza soddisfatto Carlo Recalcati, ct azzurro “Siamo due squadre alla ricerca della migliore condizione: stasera gli attacchi hanno giocato meglio delle difese. Dobbiamo continuare a lavorare per arrivare ad avere le idee chiare quando siamo sotto pressione?.
Insomma, una serata di grande sport, condita da una bella vittoria dell’Italia, nella speranza che tale manifestazione si possa ripetere negli anni, anche per tornare a vedere a San Benedetto del Tronto un po’ di basket di alto livello, che tanto manca agli sportivi rivieraschi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 808 volte, 1 oggi)