CUPRENSE: Mori, Calabrini, Gabrielli, Alighieri, Rossi, De Angelis, Ottaviani, Troiani, Buttafuoco, Viviani Perozzi ( Pazzi, Crescenzi, Carosi, Splendiani S), All. Clerici
PORTO D’ASCOLI: Induti M, Induti A, Capecci, Sansoni, Giorgini, Palanca, Fiorino, Rocchi, Clementi, Straccia, Marconi Sciarroni (Santarelli, Marchegiani, La Riccia, Di Felice, Gregori, Gaetani, Di Battista, Cannella, Alesiani) All. Grilli
RETI: 36’ Gabrielli, 57’ Perozzi
CUPRA MARITTIMA – Giocare contro la Cuprense, neo matricola in Promozione (lo scorso anno vincitrice del campionato di Prima Categoria), possiede sempre un sapore particolare sia essa amichevole che gara vera. E il Porto d’Ascoli, che si accinge ad entrare nella terza fase della preparazione, ne è stato ben consapevole. Benché i biancocelesti siano stati sconfitti, discreta la loro prestazione.
Il tecnico Grilli ha dovuto rinunciare a Pompei ancora alle prese con le bolle sotto il piede, Mestichelli, Filipponi e Del Toro. In campo due volti nuovi, Fiorino recuperato dopo la distorsione alla caviglia e Clementi che ha divertito il pubblico presente con gesti tecnici nonostante la durezza delle gambe. Unica nota stonata la botta ricevuta da Straccia al polpaccio sinistro dopo mezz’ora di gioco che l’ha costretto ad uscire anzi tempo.
Un test importante per il Porto d’Ascoli che ha potuto constatare oltre la propria resistenza fisica, l’affiatamento del gruppo e l’assimilazione degli schemi tecnico-tattici. Un primo tempo in cui la squadra di mister Grilli ha tenuto testa alla Cuprense sfiorando il vantaggio con una volée di Clementi e un contropiede solitario di Marconi Sciarroni che non è riuscito a saltare Mori calciandogli addosso. I giallo blu a dieci muniti dal termine sono andati in rete con Gabrielli il quale ha sfruttato una disattenzione in area andando a sbattere fortunosamente contro Fiorino.
Nella ripresa solito giro di cambi e la Cuprense ha raddoppiato con un pallonetto di Perozzi che ha sbattuto sotto la traversa interna andando in rete. Reazione del Porto d’Ascoli con una punizione angolata di Marconi Sciarroni che ha sfiorato il sette e una conclusione di potenza di Alesiani che è terminata a lato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 366 volte, 1 oggi)