SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continua l’inchiesta disbtoggi.it alla ricerca deglli angoli più trascurati del territorio.
Non dimenticando quanto l’amministrazione ha fatto per la valorizzazione di alcune zone di San Benedetto (si pensi al centro cittadino o al nuovo lungomare sud), ci proponiamo l’attenta osservazione di zone che sembrano essere state abbandonate a se stesse da troppo tempo.
E’ la volta di una zona ad alta densità turistica e commerciale come Viale De Gasperi, che, per la sua collocazione (a due passi dal mare e dal centro cittadino) stupisce e fa riflettere quanti, passeggiando nella nota via, si ritrovano a inciampare nelle buche che da mesi minano il passaggio di automobilisti, ciclisti e pedoni.
La polemica sollevata un mese fa da Ivo Giudici, il quale lamentava la lentezza esasperante dei lavori per la riqualificazione del lato ovest del viale, sembra per ora non aver ottenuto alcun risultato.
“Gli esercizi commerciali della via sono a rischio – aveva commentato il Presidente della Confcommercio di San Benedetto – Alcuni commercianti hanno chiuso i battenti aspettando la conclusione dei lavori, che non sembrano essere a buon punto. I commercianti della via richiedono una riduzione del 50% delle tasse comunali, per tamponarre i danni arrecati dai mancati guadagni?.
Rispetto ad un mese fa la situazione di Viale De Gasperi resta invariata, soprattutto in seguito all’interruzione per ferie dei lavori dal 5 al 22 agosto.
A cosa è dovuta la lentezza dei lavori di riqualificazione?
Antonio Alfonsi, Presidente del Comitato di Quartiere Sant’Antonio, commenta: “I lavori che riguardano i sottoservizi iniziarono il 24 gennaio 2005 e furono terminati dalla ditta Consorti di San Benedetto.
Ogni tanto però la strada viene scavata di nuovo da enti quali Telecom, Italgas o Enel.
Problemi sui sottoservizi continueranno a venire a galla, dato che derivano da danni alle fognature che risalgono agli anni ‘60, anni nei quali gli edifici della via furono realizzati?.
La ditta incaricata della realizzazione di marciapiedi e servizi è invece la Asfalti Piceni Srl di Colli del Tronto, azienda che avrà tempo fino al 30 settembre 2005 per concludere i lavori.
Danni al commercio, danni ai residenti e danni al turismo… una situazione che preoccupa soprattutto in prospettiva dell’imminente avvio dei lavori nel lato est del viale.
Se si procederà a questo ritmo si rischia seriamente di creare una zona morta di San Benedetto proprio laddove da anni batte un’importante arteria del cuore turistico e commerciale della Riviera delle Palme.
Basti pensare che le foto pubblicate sono state scattate il 18 agosto, in tarda mattinata, un’orario nel quale una zona come quella di Viale De Gasperi dovrebbe essere presa da problematiche quali l’eccessivo traffico o la mancanza di parcheggi.
La desolazione della via ben riassume la gravità dei disagi che gravano sui commercianti della zona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)