RIPATRASONE – Venerdì 19 agosto sarà proiettato alle ore 21.30 al teatro Mercantini il cortometraggio “Nessuno si senta escluso” ed il relativo backstage, un’occasione unica per coloro che non hanno potuto assistere alla proiezione della pellicola andata in onda su canale 5 all’interno del programma “Ciak Junior?. Inedito invece il backstage della registrazione con tutti i momenti più curiosi e divertenti.
Le riprese hanno coinvolto, oltre agli stessi studenti, anche genitori, nonni ed abitanti del posto. La pellicola, vincitrice della XVI edizione del concorso “Il Cinema fatto dai ragazzi? organizzato da CIAK JUNIOR, è stato interamente girato a Ripatransone, ed in particolare al Teatro Mercantini, nelle vie del borgo e nel Museo della Civiltà Contadina.
La storia. Il corto è ambientato nel 1943 in una piccola cittadina dell’Italia Centrale durante il regime fascista. E’ il periodo delle leggi per la “discriminazione razziale? e delle persecuzioni contro la comunità ebraica. Anche Raffaele Levi viene arrestato con la famiglia, anche se medita una via di fuga per i propri figli. Così fingendo un malore l’uomo lascia un varco ai propri ragazzi per la fuga. I piccoli, inseguiti e ormai stanchi, decidono di fermarsi davanti ad un portone aperto. E’ l’ingresso di una sala cinematografica, e i due ragazzi si siedono riuscendo così a scampare all’arresto. Sullo schermo scorrono le immagini i più noti film sulla storia d’Italia. Quando la luce si riaccende in sala sono trascorsi 60 anni ed il clima che si respira è ormai quello di fratellanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 503 volte, 1 oggi)