SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’estate sta finendo? Non proprio, anzi siamo nel pieno della stagione turistica. Le fatidiche due settimane centrali di agosto sollevano gli animi degli operatori turistici della città, i quali si preparano ad accogliere baldanzose truppe di turisti desiderosi di trascorrere le meritate ferie nella Riviera delle Palme.
Due settimane di fuoco non bastano però per dare impulso e vivacità ad un turismo appesantito dalla crisi economica che coinvolge l’intero territorio nazionale.
“Abbiamo registrato un boom di presenze nell’ultima settimana di luglio – commenta Lorena Narcisi dell’Hotel Tamanaco – che però è stato bilanciato dai pochi turisti presenti nella prima settimana di agosto. Il calo di presenze nella prima settimana di agosto è abbastanza frequente, il dato più nuovo di questa stagione è dato dalla brevità delle vacanze, che spesso si limitano al solo week end?.
La crisi economica costringe i vacanzieri a ferie più brevi ma altrettanto intense?
“La città offre poco a chi vuole divertirsi – commenta Isabella dell’Hotel Canguro – Le occasioni di svago sono rare e i prezzi sono decisamente alti. Le nostre tariffe sono rimaste invariate ma chi vuole uscire anche solo per mangiarsi una pizza spende troppo, la nostra è una città cara e i turisti non possono che lamentarsi di questo. In Abruzzo le serate sono molto più movimentate e non hanno restrizioni per i rumori notturni come qui in Riviera. L’Amministrazione di San Benedetto dovrebbe pensare di più al turismo per evitare, come accade, che i giovani in vacanza qui si annoino?.
“I nostri prezzi sono nella norma – sottolinea Lorena del Tamanaco – Qualcuno si lamenta che nelle città del nord Italia i prezzi sono come quelli nostri, ma c’è da dire che noi offriamo servizi che agevolano la permanenza del cliente in città?.
Insomma i turisti si trattengono in Riviera per pochi giorni, ma sono coccolati dagli operatori turistici. Loredana Speca del Residence Cristina ci racconta: “Ogni anno regaliamo ai nostri clienti prodotti tipici del territorio, quest’anno li omaggeremo con deliziose pesche sciroppate. Inoltre forniamo gratuitamente delle biciclette e informiamo i turisti degli eventi organizzati in Riviera. I nostri prezzi non sono stati affatto alzati, anzi leggermente abbassati per venire incontro alle esigenze dei più giovani?.
Alcuni operatori turistici si stanno muovendo in direzione del clienti, nell’ottica di un servizio che li agevoli e convinca a tornare in vacanza a San Benedetto. “In città non tutti gli operatori turistici hanno l’entusiasmo e le motivazioni per lavorare bene – commenta Giampaolo dell’hotel Marconi – Noi, dal canto nostro, cerchiamo di offrire il massimo ai turisti. Dopo il recente restauro dell’hotel vantiamo numerose suite con idromassaggi, frigobar e servizi vari. Il costo di queste suite è più alto rispetto a quello delle camere normali, ma non abbiamo problemi ad occuparle?.
I turisti stranieri a San Benedetto solitamente prediligono i periodi di bassa stagione per le loro vacanze, anche se alcuni operatori del settore segnalano la singolare presenza degli stessi in questo periodo.
“Noi reperiamo i turisti stranieri tramite dei siti internet che segnalano hotel in un circuito internazionale – continua Giampaolo – I clienti possono dare on line un giudizio sulla loro vacanza, così è facile farsi un buon nome e reperire clienti da diverse nazioni. In particolare l’Hotel Marconi è frequentato da americani e inglesi?.
Ricapitolando, i turisti (più o meno) ci sono, si trattengono per brevi periodi, trovano i prezzi poco accessibili e gradirebbero più occasioni di svago.
“Da 34 anni ho in hotel un librone nel quale i miei clienti scrivono le loro considerazioni sul territorio – racconta il titolare del Marconi – e devo dire che i commenti sono perlopiù positivi. I turisti apprezzano molto il nuovo lungomare e in generale la città?.
Insomma San Benedetto piace a molti, magari non a tutti ma soddisfa una domanda turistica che ama la tranquillità e le bellezze paesaggistiche della Riviera delle Palme. Estendere la nostra offerta anche ad utenti con necessità diverse è possibile? Ai posteri l’ardua sentenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 408 volte, 1 oggi)