Roselli: Sono contento del risultato , abbiamo giocato contro una squadra giovane che ci ha messo in difficoltà, soprattutto dopo il primo gol, veramente fantastico.
I miei ragazzi sono abituati a lottare e, malgrado mancassero due elementi importanti sono contento della prestazione. I programmi della Cremonese sono legati solamente al discorso salvezza. Insieme ad altre 9 squadre lotteremo per raggiungere questo obiettivo.
Prisciandaro: con la tripletta odierna salgo a quota 303 gol realizzati. Ho sempre lavorato molto per poter realizzare ancora gol a 35 anni. Il segreto è lavorare molto, seguire una vita regolare. Non è stato facile vincere qui a S. Benedetto, contro una squadra giovane, motivata, che voleva far bella figura contro una compagine di categoria superiore. Negli anni passati fui contattato dalla Samb, poi non si concretizzò mai nulla.
Paolucci: peccato per l’espulsione, io non volevo commettere fallo, sono entrato in scivolata, per anticipare l’avversario. Mi ha fatto piacere ricevere gli applausi dei tifosi. All’inizio ero molto emozionato dal fatto di dover giocare davanti al pubblico di casa, in uno stadio così grande. In questo momento dobbiamo stare tranquilli, continuare a lavorare perché il 28 inizia il campionato. La società ci ha detto di stare tranquilli , che nel giro di pochi giorni tutto verrà sistemato.
Irace: Spero di partire titolare, se così non sarà cercherò sempre di impegnarmi al massimo per conquistare la fiducia dell’allenatore. Oggi abbiamo giocato la prima partita ufficiale e sono sicuro che piano piano miglioreremo.
Martini: sono contento non solo per la mia doppietta, ma anche per il gruppo che è riuscito a tenere tesata ad una squadra che, si vedeva, gioca insieme da più tempo e soprattutto è di una categoria superiore. Abbiamo sfornato una prestazione più che dignitosa, aspettiamo fiduciosi di sapere il nome del nuovo allenatore. Il gol dell1-1 della Cremonese? Loro hanno detto ci fosse uno dei nostri (Gazzola, ndr) a tenere in gioco Prisciandaro. Gli voglio credere�.
Rosati: speravamo di fare bene, era difficile, lo sapevamo, ma abbiamo giocato col cuore. Una volta rimasti in dieci è diventato impossibile, alla fine è prevalsa la stanchezza. L’impatto col Riviera? Emozionante, non ero abituato a giocare col sostegno sostegno dal primo all’ultimo minuto, l’anno passato col Lecce ho disputato un solo incontro (contro il Chievo, ndr). Mi avevano parlato bene della tifoseria rossoblù e stasera ho avuto la conferma di quanto di buono si dicesse sul loro conto.�
Femiano: “Devo ancora affinare l’intesa con Maury, ma a parte questo credo che stasera la squadra vada elogiata perché abbiamo impensierito una squadra di serie B, pur con tante assenze e tutto quello che è successo in questa settimana. Credo che se teniamo conto di questi aspetti, non possiamo no essere soddisfatti della nostra prestazione�.
Pepe: “Sono stato fermo per quasi una settimana, mi sto riprendendo piano piano. Aver fatto un piccolo spezzone di partita è già tanto. Mi sono emozionato al momento dell’entrata in campo, i nostri tifosi, pur non numerosissimi, si sono fatti sentore parecchio�.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 419 volte, 1 oggi)