Castelbasso è un piccolo paese in provincia di Teramo che è riuscito a valorizzare e recuperare, in maniera intelligente, gli spazi abbandonati del suo borgo antico. Come accade ormai da diversi anni, l’Associazione Amici per Castelbasso ha infatti messo a punto una rassegna che ha in Lucio Fontana l’esponente di punta nel campo delle arti visive.
L’esposizione, curata da Silvia Pegoraro, vuole analizzare il percorso che l’artista argentino ha intrapreso tra gli anni ’50–’60, e che ha successivamente influenzato una serie di pittori che hanno fatto della sua ricerca la loro espressione artistica. Non mancheranno le tele che hanno reso famoso Fontana in tutto il mondo, dove si riprende il concetto dello spazio virtuale, ovvero dell’opera d’arte che incide su quello reale attraverso i famosi “tagli” e “buchi”.
Nato in Argentina da genitori italiani, Fontana (1899-1968) si trasferì ancora bambino a Milano. Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera, partecipa a numerose esposizioni, tra cui la Biennale di Venezia, la Triennale di Milano, e la Quadriennale di Roma. Nell’aprile del 1947 fonda il “Movimento spaziale” e, con altri artisti e intellettuali, pubblica il Primo Manifesto dello Spazialismo. Di lì a poco iniziò a ricercare la terza dimensione nei quadri, forse spinto dalle sue origini di scultore, e comincia a forare le tele. La sua ricerca artistica ha influenzato un gran numero di altri protagonisti del Novecento, e le opere di alcuni di questi faranno parte dell’allestimento della mostra di Castelbasso. Saranno circa trenta i lavori di Fontana che verranno esposti, insieme a quelli di Castellani, Bonalumi, Manzoni, Scheggi, Alviani, Colombo insieme a alcuni artisti più giovani, come Pino Barillà, Carlo Bernardini, Nicola Evangelisti, Paolo Radi e Emanuela Fiorelli, vincitrice del premio Giovani Accademia di San Luca 2004.
La mostra si potrà visitare tutti i giorni, dalle 19 alle 24. Il costo del biglietto è di euro 2,50. Info te. 0861.508000.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 252 volte, 1 oggi)