SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato sera alle 19 sarà inaugurato il Parco Varo Ristori e la sua pista ciclabile, opera che collega il Viale dello Sport con Via Mare.
Il parco Ristori, collocato nell’area ex Florentia (dove fino al 1984 era collocata l’azienda di lavorazione del legno omonima) vuole essere un regalo dell’Amministrazione Comunale e della famiglia Ristori ai cittadini sambenedettesi.
Il neonato parco è pensato per i residenti di tutte le fasce d’età, offrendo uno spazio per i più piccoli, un’area pic nic per le famiglie, un’area ricreativa per ragazzi, un gazebo per i più anziani ed uno spazio dedicato ai cani. L’area occupata dal parco (circa 4 .000 metri) è stata riqualificata dal Comune, che ha sostenuto una spesa di 50.000 euro (utili per il riporto di terra vegetale e per la pavimentazione), ai quali si aggiungeranno altri 15.000 euro per la realizzazione di impianti fognari e idrici.
Importante è stato il sostegno della famiglia Ristori, che nella persona della moglie Giuliana e dei figli del fondatore della Florentia, ha donato i 50.000 euro necessari per l’acquisto dei giochi collocatii nell’area per i bambini.
Il nome del parco è il doveroso riconoscimento alla figura di Varo Ristori, il quale acquisì un opificio commerciale che diede lavoro a San Benedetto a circa 140 addetti. L’indubbia umanità e il carisma di Ristori gli fecero guadagnare l’ammirazione della cittadinanza e delle autorità locali, che lo ricordano con affetto anche dopo venti anni dalla sua morte. Nel 1984, in coincidenza con il trasferimento della Florentia nella zona industriale di Centobuchi, l’uomo si ammalò di una gravissima malattia che il 26 settembre del 1985 lo portò alla morte.
I lavori per la definitiva relizzazione del parco sono ancora in corso e termineranno a settembre, ma già nel mese di agosto residenti e turisti potranno usufruire di uno spazio che in particolare nel periodo estivo può essere la perfetta conclusione di una passeggiata in bicicletta nella nu0va pista ciclabile.
“Con la valorizzazione del parco e la costruzione della pista ciclabile si porta in evidenza una zona di Porto d’Ascoli un po’ nascosta- sottolinea l’assessore all’ambiente Ruggiero Latini – Possono usfruire del parco sia i cittadini del quartiere Porto d’Ascoli Centro che quelli del quartiere Sentina, oltre a tutti coloro che vorranno fare una bella passeggiata in bicicletta utilizzando una pista ciclabile che attraversa numerose aree verdi?.
Il nuovo percorso si snoda per 1.130 metri, è largo 2,5 metri ed è dotato, nei punti dove non era predisposta illuninazione pubblica, di impianti per l’illuminazione.
Il Sindaco Martinelli si dice soddisfatto dell’opera pubblica, definendola una delle numerose creature della sua Giunta e ringraziando la famiglia Ristori e quanti hanno supportato e sollecitato l’iniziativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.228 volte, 1 oggi)