POLITICA.. La giunta del comune di San Benedetto è ancora in stand-by, Alleanza nazionale ha tentato la prima mossa di avvicinamento ma, al momento, non ha sortito effetti. Nell’attesa di nuove e buone notizie, ieri abbiamo a scoltato il rappresentante in giunta dell’Udc, Marco Lorenzetti, domani ascolteremo Gianluigi Scaltritti (Fi), subito dopo Ai. Così il parere del quadro istituzionale sarà al completo. Lorenzetti non si è sbilanciato più di tanto, a lui ed al suo partito interessano i fatti. Credo anche agli altri. Non credo che ci sia qualcuno che si presenta alle elezioni per il gusto di litigare. In un punto l’assessore è stato molto chiaro: i numeri non danno più ragione al sindaco che, secondo lui, dovrà vedersela più con Azione Indipendente che con An.
TERRITORIO. Come nella prerogativa del nostro quotidiano cartaceo LA RIVIERA, stiamo facendo un grosso lavoro sui paesi dell’hinterland sambenedettese. Il nostro intento, lo ripeto, è quello di dare visibilità alle città su tutti i problemi che riguardano la vita dei residenti, dalla politica alla cronaca, dalla cultura allo svago. Evidentemente la nascita de La Riviera, invece, ha fatto credere a qualcuno che era nato un altro mezzo di informazione dove potersi mettere più in mostra, avendo noi più spazio delle pagine locali dei vari quotidiani nazionali e regionali. Purtroppo per loro non è così e qualcuno ha perso le staffe perchè ai lettori sono arrivati messaggi destinati a rimanere segreti. Anzi qualcuno è arrivato a dire: ma che vi importa a voi di queste cose, come vi permettete a fare certe domande e così via. Speriamo che gli interessati abbiamo capito che qualcosa nel mondo dell’informazione locale sta cambiando e che i cittadini tutti del territorio siamo contenti del nostro lavoro. Sarebbe gravissimo e stupefacente il contrario.
SAMB. La situazione è fluida ma stanno venendo alla luce certi particolari che la società farà bene a chiarire prima possibile. Per esempio il rapporto di forze tra il presidente Mastellarini e il deus ex-machina, avv. Vincenzo D’Ippolito. Dopo le esperienze passate, i tifosi rossoblu, non sono più ingenui su certi aspetti ed avrebbero piacere che gli uomini che rappresentano la Samb società siano principalmente galantuomini e sinceri. Quindi, sin da domani, in occasione della campagna abbonamenti, vorremmo tutti più chiarezza e meno giri di parole. La Samb, senza soldi (ricordate SSS, Sambenedettese Senza Soldi) ha fatto 21 anni di serie B. Segno che si può fare strada nel calcio anche usando più il cervello che le tasche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)