SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto del Tronto ha aderito con successo a due progetti che rivoluzionano il modo di confrontarsi del cittadino con la pubblica amministrazione: il progetto CIE, per la diffusione delle carte di identità elettroniche, e il progetto MiniLector, che promuove la fruizione di servizi on line, collegandosi comodamente da casa al sito del comune (www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it).
Il Ministero dell’Interno ha previsto per questa causa un finanziamento pubblico pari a 420 mila euro (dei quali 300 sono stati già erogati), ai quali si aggiungono circa 150 mila euro del Comune.
Le prime carte di identità elettroniche sono state rilasciate nel 2002 e a partire dal 2004 ha avuto luogo la diffusione di massa delle tessere informatizzate, per un totale di 16.000 carte rilasciate, al ritmo di 1.000/1.200 documenti al mese.
“Abbiamo incontrato serie difficoltà nelle attività di rilascio – sottolinea il responsabile dei servizi demografici Franco Ruggieri – in quanto il Ministero degli Interni ci ha imposto spesso delle interruzioni dovute al carattere sperimentale del servizio. Ora la situazione si è assestata e riusciamo a consegnare i documenti di identità nel giro di qualche minuto?.
La novità attuale consiste nell’utilizzo della carta elettronica per accedere in via telematica non solo ai servizi del Comune di San Benedetto ma di tutta la pubblica amministrazione. Il MiniLector è il dispositivo per predisporre il computer all’utilizzo della carta d’identità elettronica, strumento che sarà distribuito entro la fine del 2005 a mille famiglie sambenedettesi.
Gli interessati potranno richiedere il dispositivo a partire dalla metà di settembre tramite un’apposita sezione che sarà attivata sul sito del comune o contattando telefonicamente l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico). Con la carta d’identità elettronica e il MiniLector è possibile accedere a servizi pubblici per il pagamento di tasse, multe, il rilascio di buoni pasto, autocertificazioni e per seguire da vicino le pratiche che ci riguardano. Il MiniLector sarà distribuito a partire dal 2006 dai fornitori locali di materiale informatico, i quali proporranno l’acquisto del dispositivo per una spesa che si aggira intorno ai 30 euro.
“Non dimentichiamo il valore politico di un’iniziativa – sottolinea l’assessore all’ambiente Ruggero Latini – che si propone la creazione di un legame stretto e funzionale tra cittadini e amministrazione?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 447 volte, 1 oggi)