Politica. Il sindaco Domenico Martinelli ha acceso la miccia (alcuni giorni a La Riviera parlò di ricatti, di interferenze poco poltiche da parte di due consiglieri di An tra i quali Giorgio De Vecchis, presidente del Consiglio comunale) ora c’è chi vorrebbe spegnerla E chi vorrebbe farla arrivare alla bomba.
Quelli di Alleanza Nazionale hanno capito, io dico giustamente, che il muro contro muro non è concepibile tra Alleati e sta cercando un confronto a viso aperto ma leale con il primo cittadino. Non sappiamo ancora cosa risponderà Martinelli ma sicuramente qualcosa si muoverà nei prossimi giorni. Un suo passo indietro non sarebbe inopportuno e metterebbe a tacere tante malelingue. Se malelingue sono.
Il messaggio dei Democratici di sinistra, invece, è completamente opposto. Loredana Emili, membro della segreteria regionale dei Ds nonchè consorte dell’ex sindaco Paolo Perazzoli, è invece animata e, anche in questo caso direi giustamente, dal desiderio di sapere se all’in terno della maggioranza si è andato avanti a forza di ricatti, E di che tipo di ricatti si tratta. In verità piacerebbe a tutti i cittadini sambenedettesi. La realtà è che è iniziata la campagna elettorale per il prossimo sindaco. Cita infatti Primaria 2005 sollecitandone la riuscita. La cosa a me appare un po’ strana visto che i responsabili di Primaria 2005 hanno messo, come prima prerogativa del loro impegno, l’assoluta distanza dai corridoi dei partiti. Chi vivrà, vedrà.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)