SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La vicenda Amodio-Bogliacino alla stregua di una goccia che fa traboccare il vaso? Tradotto: D’Ippolito contro Mastellarini? Tutto vero oppure sono invenzioni della carta stampata locale? La città, i tifosi, la gente che vuol bene alla Samb, osserva, riflette, nutre dubbi, tanti, e pure timori. C’è infine chi si accontenta e aspetta. Aspetta il verdetto sul campo, quello inappellabile, quello che magari cancella acredini e veleni di ogni sorta. Andiamo allora a constatare come il variegato mondo del tifo si fa portavoce delle differenti opinioni riguardo la spaccatura in seno al sodalizio di Viale dello Sport.
Giorgio Trionfi, leader della Curva Nord, per ora preferisce rimanere al di fuori di certe polemiche: “Non intendo, almeno al momento – dice l’ultras rivierasco – mettere bocca su determinate questioni che tra l’altro vanno prima dettagliatamente appurate. Mi interessano di più le questioni del campo, D’Ippolito potrebbe anche avere fatto i suoi interessi, nel merito dell’ingarbugliata storia di Bogliacino ed Amodio, ma finché non si ha la certezza di questo, preferisco aspettare. Per ora mi preme che la Samb vinca e la società abbia una solidità economica?.
Peppe Pallesca, storico sostenitore ‘curvarolo’, vorrebbe invece andare un po’ più a fondo: “Il passaggio dei due uruguaiani al Napoli – sostiene sicuro – è un qualcosa di molto strano, noi tifosi siamo disorientati e vorremmo capire bene come è andata tutta questa storia. Auspico anzi che a breve si possa fare un incontro con la società per avere chiarimenti in merito e non soltanto: questa vicenda è la dimostrazione che non è affatto limpida la situazione all’interno della stanza dei bottoni rossoblù?.
Lorenzo Loggi, proprietario del Roxy Bar di Porto d’Ascoli, prende di mira Vincenzo D’Ippolito: “Credo che da un po’ di tempo a questa parte, in diverse circostanze, stia mostrando poca trasparenza in quel che fa. Penso che sia normale che alla gente venga più di un dubbio sulla cessione di Bogliacino e Amodio al Napoli. E questa è l’ultima delle cose, in ordine di tempo, che ha infastidito i tifosi; nel mio bar ne passano tanti, ho modo quotidianamente di tastarne gli umori e posso assicurare che molti sono scontenti per le recenti scelte in sede di mercato, allenatore compreso, fatte dall’avvocato D’Ippolito. Credo che il bicchiere sia ormai colmo e sono convinto che alle prime due o tre sconfitte di fila al ‘Riviera’ scatterà la contestazione. La pazienza è al limite?.
Alla pazienza si appella invece Alessio Ruggiero, anche lui abituale frequentatore della curva Nord: “D’Ippolito, oltre a lavorare per la Samb – dice il tifoso – fa anche il procuratore e dunque non mi scandalizzo e non lo biasimo se possa aver curato anche i propri interessi nell’ambito del passaggio di Amodio e Bogliacino al Napoli. D’altro canto se la Samb non aveva i soldi per riscattarli, con chi possiamo prendercela? Lui sta facendo, come l’anno scorso, tutte le scelte di mercato. Sinora il campo gli ha dato sempre ragione, non possiamo mugugnare ancor prima che inizi il campionato. La gente già si lamenta, già vorrebbe alzare la voce, ma credo che la strada migliore sia quella dell’attesa e della pazienza. D’altro canto dietro ai Mastellarini e ai D’Ippolito non c’è nessuno che voglia rilevare la Samb. Conviene forse accontentarsi, altro, per il momento, non abbiamo?.
Sulla medesima falsariga di Ruggiero anche Milo Iachini, esponente di spicco del gruppo Inferno Rossoblù: “Aspetto tre anni prima di esprimermi in merito all’attuale dirigenza. Al momento del loro insediamento ci hanno detto di puntare alla B attraverso un programma triennale. Aspettiamo. Personalmente rimango alla finestra, con la convinzione che al momento una contestazione a D’Ippolito, Mastellarini o chi per loro, sarebbe stupida e controproducente per il semplice fatto che non abbiamo un’alternativa valida all’attuale proprietà. Finché non ci saranno imprenditori del posto a capo della Samb, possiamo solo stare zitti. Purtroppo è la dura e triste realtà?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 768 volte, 1 oggi)