SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A tre mesi e mezzo dall’infortunio al ginocchio destro Gianluca Zanetti è pronto ad aggregarsi alla comitiva rossoblù che domenica prossima, dopo un paio di giorni di riposo, si sposterà a Cascia, in provincia di Perugia, per dare il là alla seconda fase della preparazione precampionato. Lo farà “con la voglia di un giocatore della Primavera – dice il difensore – mi sembra di essere ritornato indietro con gli anni, quando mi stavo per avvicinare alla prima squadra. Ecco, il mio entusiasmo è quello di un ragazzino?.
E questo ragazzino sta bruciando le tappe in vista di quello che potrebbe rivelarsi un recupero in leggero vantaggio sui tempi solitamente stabiliti per simili casi. Di quasi sei mesi di stop si era detto all’inizio, il diretto interessato parla invece della “metà di settembre; conto di saltare al massimo un paio di partite. Sta procedendo tutto per il meglio, il ginocchio risponde bene alle sollecitazioni, non procurandomi problemi di alcun tipo?.
Potere di oltre un mese di paziente e costante lavoro. “Debbo non solo ringraziare la mia volontà – dice il giocatore – ma anche chi mi sta seguendo con grande competenza e professionalità; mi riferisco al preparatore atletico Rino Cicconi (Zanetti lo conosceva dai tempi in cui militava nel Pescara, ndr) ed il fisioterapista di Porto San Giorgio Franco Farina?.
Tabella di recupero serrata per il difensore romagnolo che al mattino e al pomeriggio si sorbisce razioni di palestra e piscina allo scopo di potenziare il tono muscolare del ginocchio infortunato. Dalla scorsa settimana ha inoltre ripreso contatto la palla. “Sto pian piano iniziando a disimpegnarmi con qualche palleggio e dei passaggi, pur procedendo con estrema cautela, anche se in verità non vedo l’ora di riprendere a lavorare a pieno regime?.
Non deve essere stato facile far fronte a tanti mesi di duro lavoro, ma soprattutto lontano dal terreno di gioco, distante dai compagni e dal ‘sapore’ tutto particolare che sembra custodisce gelosamente un pre-partita.
A tal proposito Zanetti venerdì scorso ha raggiunto la nuova Samb nel ritiro di Cingoli: “Sono rimasto sino a domenica sera – dice il difensore – troppo grande era la voglia di riallacciare il feeling con lo spogliatoio, mi mancava enormemente. Ho curato la parte atletica, allenandomi, naturalmente, a parte. Ho inoltre avuto modo di conoscere i nuovi arrivati, come pure mister Ortega. Un giudizio sul suo conto? Non posso valutarlo come allenatore, visto che non lo conosco, mentre dal punto di vista umano ne ho ricavato un’impressione positiva. Mi sembra una brava persona?.
Ancora un po’ di pazienza e i due potranno conoscersi anche sul campo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 509 volte, 1 oggi)