OFFIDA – *Egregio Assessore Infriccioli,
leggo in questi giorni di incontri e di appuntamenti promossi all’interno della manifestazione “Acquaviva nei fumetti? che si svolge nel Suo comune, che Lei continua in una pubblica denuncia rispetto ad “alcuni scopiazzamenti? che si sarebbero verificati nei confronti della stessa manifestazione. Non vorrei che il Suo propagandare facesse riferimento ad una iniziativa che si è svolta nelle settimane scorse all’interno del calendario delle manifestazioni estive del comune di Offida denominata, appunto, “SATIROFFIDA?, festival nazionale della satira che vedeva, al suo interno, anche un concorso di vignette satiriche, che ha riscosso un sorprendente successo di critica e di partecipazione nazionale. Comprenderei bene che paragonare l’iniziativa di Acquaviva a quella svoltasi nel nostro comune risulterebbe essere un’opportunità da non farsi sfuggire per fare pubblicità alla decima edizione della manifestazione che sta promuovendo, affiancandola ad un appuntamento che già alla sua prima edizione ha segnato positivamente la visibilità dell’intero territorio provinciale grazie alla partecipazione di protagonisti nazionali della satira e del mondo dello spettacolo in generale tra i quali Sergio Staino ed Antonio Ricci, mattatori della prima edizione di SatirOffida.
In sincerità non abbiamo mai pensato, anche perché ci pare totalmente differente, di dover emulare “Acquaviva nei fumetti? un’iniziativa che, a mio avviso, rappresenta senza dubbio un punto di forza non solo della stagione estiva del Suo comune ma, al pari di altre iniziative, un appuntamento rilevante dell’ampio panorama comprensoriale.
Qualora invece i miei dubbi fossero fondati la cattiva fede farebbe pensare ad un inusuale complesso di inferiorità che, per formazione e cultura, paventerebbe una debolezza e una sorta di invidia senza giustificazioni.
Io, al contrario, credo fortemente che la promozione di un territorio variegato, con diverse sfaccettature e peculiarità ma comunque omogeneo nei suoi tratti distintivi, debba trovare il suo punto di forza nell’integrazione ed in una sinergia costante tra le varie realtà che, invece, attraverso azioni quotidiane, difficile che Lei potrà smentirmi, trova intoppi ed ostacoli continui a favore di una visibilità poco territoriale ma molto personale.
A mio avviso “Acquaviva nei Fumetti? e “SatirOffida?, manifestazioni entrambe gestite ed organizzate egregiamente dal Direttore Artistico Michele Rossi, rappresentano e dimostrano la vivacità culturalmente coinvolgente che il nostro intero territorio riesce a trasmettere a chi intende scoprirlo preferendolo come metà turistica; a chi lo vive quotidianamente come noi, come i nostri concittadini.
Assessore Infriccioli mi permetta, comunque, di darLe un consiglio: cerchi, di correggere il Suo singolare modo di interpretare l’amministrazione pubblica, Lei sa quante difficoltà si incontrano nel rimanere ancorati ad una miope prospettiva che non fa crescere il territorio e, neanche, chi lo amministra.
*L’Assessore al Turismo Comune di Offida Dr. Valerio Lucciarini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 696 volte, 1 oggi)