NAPOLI – E’ il giorno del giudizio, il primo dei tre che stabiliranno l’organico dei prossimi campionati di calcio. La Commissione Arbitrale del Coni, dopo cinque giorni di udienze, domani renderà noto le sentenze sui ventidue ricorsi che rimasti in piedi. Il Napoli ne ha ritirati tre (quelli contro Catania, Crotone e Triestina), il Sorrento per un vizio di forma si è visto costretto ad arrendersi, non potendo procedere contro Castel San Pietro e Latina. Il destino dovrebbe essere simile per tutte le squadre di D che hanno presentato ricorso contro squadre di C2, visto che la procedura imponeva loro il tentativo di conciliazione con la Lega Nazionale Dilettanti, la strada intrapresa dal Trentino. Bocciatura quasi certa, pertanto, per Orvietana (contro San Marino, Pro Vasto e Cavese) e Val di Sangro (contro Castel San Pietro e Latina). Per quanto riguarda le altre squadre di C, sarebbero stati rigettati i ricorsi di Benevento, Rosetana e Spal. In bilico il Gela, poche speranze per il Napoli, mentre potrebbero trovare accoglimento i ricorsi presentati da Fermana e Torres. Tutte le squadre bocciate ricorreranno alla III sezione del Tar del Lazio, che si pronuncerà entro il 31 luglio. La parola passerà poi Consiglio di Stato, che esaminerà i ricorsi dei club bocciati dal Tar o dei terzi interessati che impugneranno la decisione favorevole ai club promossi dal Tribunale Amministrativo della Regione Lazio.
Fonte: tuttalac.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 390 volte, 1 oggi)