SAN BENEDETTO DELL TRONTO – Gli abitanti di Via Volta indirizzano al Sidaco di San Benedetto Domenico Martinelli una lettera di â€?ringraziamentiâ€? che vuole essere una replica alla scarsa attenzione prestata dal primo cittadino alla questione dei numerosi impianti di telefonia installati nella zona.
Dopo la manifestazione pacifica che ha avuto luogo presso la pineta antistante alla sede dell’UniversitĂ  di Camerino e la riunione che si è svolta martedì 19 luglio alle 19 in Sala Giunta tra l’amministrazione comunale e i rappresentanti dei comitati di quartiere della cittĂ , sembra che si sia giunti ad una soluzione pacifica del problema.
L’Amministrazione ha promesso l’imminente realizzazione di un Piano di Localizzazione delle antenne per la telefonia mobile che tuteli la salute dei cittadini, prevedendo un incontro con l’ Agenzia Regionale Protezione Ambiente Marche e uno con i gestori di telefonia mobile, per far sospendere temporaneamente le installazioni.
La parziale e per ora solo teorica soluzione accontenta per il momento i Comitati di Quartiere ma non placa la polemica sollevata dai cittadini di Via Volta, i quali avrebbero gradito un maggiore interessamento e una più sentita partecipazione del Sindaco, il quale non ha preso parte a nessun incontro per la risoluuzione del problema. Pubblichiamo a destra la lettera pervenuta alla Redazione di La Riviera , strumento di comunicazione scelto dagli abitanti di Via Volta per porgere a Martinelli il loro personale “ringraziamento�.

Gentilissimi amministratori,
non si offenda l’ “amministratore capo� in qualità di Sindaco della nostra città se questa missiva non è stata propriamente rivolta a lui, ma analizzando gli avvenimenti accaduti nell’ultimo periodo abbiamo dedotto che magari lettere ed inviti lei signor Sindaco non le legga e deleghi ai suoi collaboratori come ora noi deleghiamo la stampa.
Quindi se qualcuno dei suoi amministratori leggerà per conto suo questa lettera, il messaggio di noi abitanti di Via Alessandro Volta è il seguente:
Grazie vivamente di non essersi neanche impegnato ad ascoltare una piccola delegazione dei molti cittadini (bambini, turisti, adolescenti, padri e madri di famiglia che hanno addirittura chiesto permessi di lavoro) che per circa un’’ora ha inutilmente aspettato nelle portineria del Comune. Grazie inoltre per non essersi neanche impegnato a raggiungerci (bensì invitato ufficialmente dal quartiere) all’Assemblea Pubblica svolta presso la pinetina antistante all’Unicam.
Noi signor Sindaco siamo cittadini educati e pacifici e se abbiamo protestato in massa lo abbiamo fatto sembre con toni pacati e maturi per un diritto sacro che è quellod ella salute.
Gli abitanti di via Volta hanno partecipato civilmente anche all’inaugurazione del Centro Giovani (ex casa colonica di Via Tedeschi, vicinissima al nostro quartiere) rassicurati apparentemente dai suoi collaboratori (Assessori Poli, Piunti, Latini, tramite l’incontro avuto con i comitati di quartiere, nella speranza che le promesse dell’amministrazione vengano attivate in breve tempo) sulle questioni e vicessitudini avvenute nei giorni precedenti, ma silenziosi e pensierosi in cuor nostro facevamo questa considerazione: chi tutelerà la salute di questi giovani (neonato Centro) nonchè la salute di tutti noi abitanti di questo quartiere, in un’area dove a brevi distanze sono installate tre grandi antenne di telefonia (una al quartiere Europa, due al piazzale antistante lo stadio) e due dovranno ancora nascere (Holiday e viale dello Sport)�

Gli abitanti di Via Alessandro Volta

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 412 volte, 1 oggi)