SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bello, bellissimo il nostro nuovo lungomare sud. Un commento che ci è capitato di sentir ripetere spesso dall’inizio dell’estate. Le stesse interviste ai turisti proposte da La Riviera ci hanno dato un chiaro riscontro di quanto le modifiche apportate siano state apprezzate.
Chi viene a San Benedetto in genere è affascinato dalll’esotico lungomare e dalle sue numerosissime palme, così da apprezzare in modo particolare qualsiasi miglioria apportata alll’importante e caratteristica passeggiata sul mare.
Chi non ha notato quanto sia popolato, di sera ma anche durante il giorno, il tratto riqualificato e – di riflesso – quanto lo sia meno il tratto “vecchio??
Eppure, tra i tanti elogi dedicati alla “creatura? di Martinelli una grave e significativa critica ha minato quello che poteva essere definito un vero e proprio sucesso.
I disabili hanno protestato energicamente contro la pavimentazione sconnessa del nuovo lungomare, scomoda per chi è costretto a spostarsi con la sedia a rotelle.
Sabato 25 giugno, giorno dell’inaugurazione, una rappresentanza di disabili ha manifestato sulla passeggiata?incriminata? per chiedere che siano rispettati i loro diritti.
La risposta del Sindaco Martinelli alla polemica è stata la promessa di una maggiore attenzione nella realizzazione dei successivi tratti del lungomare.
La procedura per la riqualificazione del tratto che da Via Donizetti arriva in Via Tedeschi (fino allo stabilimento Las Vegas) è stata appena avviata e porterà in tempi brevi ad aggiudicare la gara d’appalto per realizzazione dei lavori.
“Con l’indizione della gara centriamo un altro prestigioso obiettivo – afferma con soddisfazione il Sindaco Domenico Martinelli – quello di consegnare alla città e alla prossima amministrazione metà del lungomare cittadino completamente rinnovato. I consensi generali che abbiamo ottenuto per i lavori effettuati nei primi 700 metri ci confortano nel proseguire sulla strada intrapresa: anche il secondo tratto di circa 1250 metri sarà dunque caratterizzato da giardini tematici che si affacceranno sul nuovo viale. Per l’esattezza, delle 10 spiagge libere che insistono su questo tratto, quattro sono di dimensioni talmente esigue che saranno evidenziati da un semplice accesso pavimentato. Sulle testate delle altre sei, invece, sorgeranno nell’ordine, da sud a nord, il giardino multisensoriale (con percorsi pensati per non vedenti, piante riconoscibili al tatto e soprattutto al profumo), il giardino delle piante officinali, il giardino delle vele (a sud del torrente Ragnola, dove esiste un rimessaggio delle barche), il giardino dei bambini (a nord del Ragnola, con giochi molto particolari), il giardino delle spezie e infine il giardino delle meraviglie (dove saranno collocate piante assolutamente particolari, mai viste dalle nostre parti). Per il resto, l’organizzazione degli spazi seguirà quella già realizzata, con l’ampliamento dello spazio pedonale, la pista ciclabile ben delimitata e con andamento sinuoso, la particolare illuminazione, gli attraversamenti pedonali rialzati?.
Per la nuova opera è stata messa a disposizione la somma complessiva di 4 milioni e 400 mila euro, finanziati con un mutuo trentennale contratto con la Banca Nazionale del Lavoro, istituto che si è aggiudicata la relativa gara. In realtà l’importo complessivo dell’appalto (compresi gli oneri per la sicurezza) è di € 2.885.725,34: il resto (1.514.274,66 euro) sono somme a disposizione dell’Amministrazione comunale (IVA, spese tecniche, lavori in economia, allacci, imprevisti, ecc.).
Secondo il bando i lavori dovranno essere terminati entro 270 giorni dalla consegna dei lavori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 391 volte, 1 oggi)