ROMA – “Anche la moviola scenderà in campo”. Franco Carraro, immerso nei tanti guai fiscali di molte squadre di tutte le categorie, e’ fermamente convinto che l’entrata in vigore della tecnologia aiuterà i direttori di gara a sbagliare il meno possibile. “Stiamo lavorando con le televisioni per avere un’alternativa al pallone col microchip nelle azioni gol e non gol – dice il presidente della Figc in un’intervista concessa al Corriere della Sera – e stiamo pensando anche ad avere una valutazione in tempo reale del fuori gioco. E poi sperimenteremo la moviola in campo nella seconda parte della Coppa Italia: gli arbitri vanno aiutati”.
In attesa della moviola, però, c’e’ la grana economica di molti club. Per Carraro non e’ nulla di scandaloso. “Era tutto previsto – continua – l’avevo detto da tempo che sarebbe stata un’estate calda. Ma io sono fiducioso: si sta aprendo una nuova era grazie a parametri più severi sull’iscrizione. I presidenti devono farla finita di spendere più di quanto incassano”.
I vari gradi della magistratura sportiva e non decideranno la prossima serie A che – il condizionale e’ d’obbligo – dovrebbe partire alla fine di agosto. “Questo e’ un aspetto positivo – conclude Carraro – dopo la sentenza del Consiglio di Stato e nessuno potrà cambiare i calendari”.
Fonte: goalcity.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 280 volte, 1 oggi)