SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quuesta sera alle 19 sarà inaugurato il nuovo Centro Giovani di San Benedetto del Tronto. L’ex casa colonica di Via Tedeschi, in passato causa di polemiche e contestazioni per l’occupazione impropria dell’edificio da parte di giovani che l’avevano trasformata in Centro Sociale, sarà sede di un importante centro di aggregazione aperto a tutti i giovani della Riviera delle Palme.
Il fabbricato fu acquisito dal patrimonio comunale con la compravendita del campo Europa(ora Merlini) e della antistante pineta di proprietà della famiglia Costantini Brancadoro, avvenuta intorno al 1965.
Al piano terra dell’edifico è allestito il CAM, Centro Ascolto Musica, un servizio orientato all’ascolto, alla produzione e riproduzione di musica.
Sono a disposiizione dei giovani otto postazioni per l’ascolto in cuffia di oltre 1500 compact disc di vari generi musicali che vengono acquisiti in base alle esigenze espresse dai ragazzi. Nella nuova sede si è provveduto ad allestire un’apposita sala per prove insonorizzata dotata di tutta la strumentazione necessaria riservata ai gruppi musicali di base.
Al primo piano è collocato invece il Laboratorio Audiovisivi, servizio che organizza la rassegna cinematografica Cinemare, il corso Ciak si gira e offre supporto logistico alla Biennale Adriatica delle Arti Nuove.
La Cooperativa EOS, già impegnata nella gestione dell’Informagiovani di Via Romagna, si occuperà del Centro con la collaborazione di Giacomo Antonimi, Massimo Troiani e Luigi Maria Perotti. Il Sindaco Domenico Martinelli ringrazia quanti si sono occupati della realizzazione del Centro, a partire dall’architetto Elio Rocchi e del geometra Gianfranco Cameli fino ad arrivare a tutti i giovani che gestiranno questa struttura, passando per gli assessori Marco Lorenzetti e Pasqualino Piunti.
“Il centro è stato finalmente restituito alla città- commenta il Vice Sindaco nonché Assessore ai servizi sociali Pasqualino Piunti – e donato ai giovani. San Benedetto ha bisogno di centri di aggregazione come questo e ritengo fondamentale il ruolo di prevenzione dei disagi che può avere il Centro Giovani. Un giovane che trascorre il pomeriggio qui non lo trascorre in mezzo a una strada e questo non è poco. Va sottolineata l’attenzione dell’Amministrazione alle Politiche giovanili, un’Amministtrazione che ha visto la nascita di manifestazioni importanti per la città quali la Biennale delle Arti Nuove, o Cinemare.
Nella realizzazione del nuovo Centro è stata fondamentale la riuscita collaborazione tra l’Assessorato ai Servizi Sociali e l’Assessorato ai Lavori Pubbllici, un altro prodotto di qualità dell’attuale amministrazione?.
L’unico problema del Centro Giovani sembra essere la realizzazione di un ascensore poco adatto al trasporto di persone con problemi di handicap, una difficoltà poco in linea con le politiche sociali promosse nella struttura. Martinelli a tal proposito sottolinea quanto si è fatto finora per rende repiù agibile l’ascensore, prospettando future doverose migliorie. Nel periodo estivo il Centro Giovani resterà aperto dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 20. Per informazioni ci si può rivolgere al numero 0735/780654

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)