*Volge a termine la dura contestazione della marineria dell’Adriatico, una mobilitazione giusta e necessaria in quanto gli aumenti indiscriminati e ingiustificati del gasolio non sono più sopportabili dall’economia ittica.
Auspichiamo che le promesse fatte dal governo nell’incontro con il Sottosegretario alle Politiche Agricole e Pesca On. Bonazza Buora vadano presto a concretizzarsi con il sostegno auspicato.
Attualmente gli unici aiuti concreti alla marineria sono venuti dall’Amministrazione Comunale con l’abbassamento delle tasse sulla vendita del pesce al mercato ittico e l’abbassamento delle tariffe dello scalo di alaggio e varo.
Si esprime soddisfazione per l’obbiettivo raggiunto per quanto riguarda il fermo biologico di un grande valore turistico per la nostra città: “IL PESCE FRESCO IN AGOSTO NON MANCHERA’ SULLE TAVOLE DEI NOSTRI RISTORANTI” per la prima volta dopo 10 anni il governo accoglie in parte la proposta della città di San Benedetto.
Come si ricorderà il Consiglio Comunale in data 23 settembre 2004 accolse una proposta di deliberazione della Confcommercio già approvata all’unanimità dalla commissione Pesca deliberando all’unanimità “la richiesta al Governo Italiano della modifica del fermo biologico impegnando l’assessore al ramo di attuare tutte le azioni politiche necessarie affinché il fermo venisse modificato”, ad oggi quindi un altro obbiettivo raggiunto per dare speranza e sviluppo turistico alla nostra città.
Ringrazio quindi a nome dell’amministrazione la Confcommercio e i capogruppi Gaspari e Marinangeli per aver dato forza unanime alle istanze leggittime della nostra città.
*L’Assessore Alla Pesca e Attività Produttive Marco Lorenzetti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 323 volte, 1 oggi)