Turismo. Sarà una mia impressionie ma quest’anno ci sono più turisti. Speriamo che i dati confermino la mia sensazione. Nelle nostre interviste in spiaggia mi ha colpito un particolare: l’apprezzamento dei villeggianti al nuovo lungomare, all’arredamento del centro e così via. Quasi nessuno invece si è lamentato della mancanza di un cartellone di manifestazioni unico per tutta la Riviera. Noi abbiamo cercato di dare una mano con il nostro quotidiano La Riviera che, dal 5 luglio in edicola, informa in modo dettagliato vacanzieri locali e ospiti. In parte forse ci stiamo riuscendo.

Samb. Intorno alla società rossoblu diretta da Mastellarini e D’Ippolito, in molti, in questi giorni, hanno gufato e sperato che gli attuali proprietari saltassero a favore di altri… non so chi. A sentire certe voci sembrerebbe una colpa la provenienza giuliese, probabilmente perchè Giulianova è così vicina che il detto “nessuno è profeta in patria” potrebbe essere una causa. Motivi di gelosie ed invidie chiaramente. Il sottoscritto che, negli anni novanta, non si è fatto scrupoli per smascherare un certo Venturato (per un lungo periodo fui solo contro tutti), non se li farebbe neanche adesso se vedesse del losco tra gli attuali proprietari. Mi sembra invece che D’Ippolito in primis stia facendo molto bene il suo compito. Mi è piaciuta molto la risposta data al nostro Michele Natalini: “Se prendiamo un giocatore dobbiamo pagarlo, troppo facile promettere super stipendi, ottenere immediatamente buoni risultati (magari promozioni) e poi non onorare i patti, lasciano la città nella m.”, Magari con un bel gruzzoletto in tasca, aggiungo io. La Samb deve continuare a fare i passi secondo la gamba. Soltanto così il futuro potrà essere roseo e, principalmente duraturo. Del resto abbiamo fatto ventun anni di serie B in questo modo. Magnati a San Benedetto non sono mai arrivati. Continuate così e grazie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)