SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito riportiamo integralmente un articolo apparso sul sito tuttomercatoweb.com, in merito alle possibili operazioni di mercato del Foggia.
Dopo l’avvenuta conferma della C1 da parte della Coavisoc, il Foggia, e per esso il Dg Pavone, può concentrarsi sul calcio mercato. Molti i giocatori bloccati. Alcuni di essi vestiranno il rossonero solo dopo alcune cessioni. Altri invece verranno annunciati a breve. Sono ormai quasi certe le firme del portiere Franco Mancini, del centravanti Borneo e degli ormai 3 ex andriesi Sgarra, Scarpa e Frezza.
L’ex numero 1 ai tempi di Zeman giungerebbe a Foggia come secondo di Marruocco, ma soprattutto fungerebbe da uomo di fiducia di Pavone per tenere a bada lo spogliatoio. Il giocatore, dal canto suo, accontenterebbe la moglie, originaria di Manfredonia e desiderosa di riavvicinarsi a casa.
Per quanto riguarda Borneo c’è da registrare la manovra di disturbo della Sambenedettese che ha proposto al suo ex centravanti di ritornare. Il giocatore però ha già un accordo di massima con i satanelli ed ha manifestato un grosso gradimento per la piazza foggiana. Inoltre il tecnico Morgia lo ha contattato per manifestargli tutta la sua voglia di averlo in squadra con sé. L’accordo si farà sulla base di un biennale da 180.000 euro a stagione.
Sgarra prenderà il posto lasciato libero dallo svincolato Tomei, neanche convocato per il ritiro. Stesso discorso per Frezza che rileverà il ruolo che nella scorsa stagione è stato di Franco Micco. Per quanto riguarda Scarpa si tratta di un desiderio di Morgia che vede nell’esterno d’attacco andriese un giocatore perfetto per il suo 3-4-3.

Abbiamo contattato telefonicamente l’ex Reggiana Costantino Borneo per chiedergli delucidazioni circa un possibile ritorno in riviera, ma il diretto interessato nega presunti contatti sia con il Foggia che con la Samb.
“No, non è assolutamente vero; – sentenzia il bomber lombardo – non ho un accordo con il Foggia, né tanto meno mi ha cercato la Samb. In questi giorni mi sto rilassando dopo una stagione tirata a Reggio Emilia, dunque non so se al limite le due società abbiamo parlato con il mio procuratore. Da San Benedetto comunque nessuno ha parlato con il sottoscritto, conservo un bellissimo ricordo della città e dei tifosi, sarebbe bello poter ritornare, ma sono già in parola con un’altra società, anche se per ora non c’è nulla di certo�.
Nei giorni scorsi radiomercato aveva fatto il nome dell’Ivrea (C2/A). Tino non si sbilancia più di tanto, pur lasciando intendere che il club piemontese potrebbe essere una soluzione: “L’Ivrea è una bella società, solida e con un presidente serio (Mario Benvenuti, ndr). Per quanto mi riguarda la categoria non è mai stata un problema. Vedremo�.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)