SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domattina, alle ore 10, presso la sede della Federcalcio di via Allegri in Roma, si terrà l’attesa riunione del Consiglio Federale per decidere in merito alle iscrizioni ai prossimi campionati. Quello del CF costituisce il terzo grado di giudizio dopo i pronunciamenti del Consiglio di Lega e della Covisoc; le società escluse – in serie C paiono avere speranze di salvezza solo Lumezzane, Pro Patria, Spezia, Torres, Castel San Pietro, Cavese, Imolese e San Marino – potranno in seguito ricorrere alla Camera di Conciliazione Coni (udienza il 21 luglio), al Tar Lazio e al Consiglio di Stato (verdetto verso il 10 agosto). Tradotto: per i calendari occorrerà attendere sino a Ferragosto, visto che le liste delle ammesse ai tornei professionistici e quelle delle “ripescabili” che verranno prodotte domani, rimarranno congelate fino all’esito dei suddetti ricorsi.
Rammentiamo che delle 23 società inadempienti solo cinque non hanno inoltrato ricorso alla Coavisoc, vale a dire Como, Fidelis Andria, Reggiana, Venezia e Sora. Il loro destino risulta dunque già segnato: le prime tre richiederanno l’applicazione del ‘lodo Petrucci’ per l’iscrizione alla quarta serie, mentre i ciociari, retrocessi in C2, ripartiranno dall’Eccellenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 602 volte, 1 oggi)