SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Antonio De Rosa vuole la Samb. Il 24enne centrocampista napoletano si è letteralmente innamorato della città, dei tifosi, dell’intero ambiente rivierasco. “Restare in rossoblù sarebbe il mio sogno – dice – da parte mia c’è la massima disponibilità a trovare un accordo con la società, ma non so se per i dirigenti valga la stessa cosa?.
Il calciatore partenopeo è stato da poco riscattato dal Giugliano (C2/C), club che ha vinto la ‘disputa’ sul suo cartellino che era a metà con il Teramo. I ‘tigrotti’ però non intendono tenerlo, in Campania contano di racimolare, dalla sua cessione, soldi utili per le casse societarie. Il suo futuro dunque è lontano da Giugliano, lui spera a San Benedetto. Ma la trattativa non si sta rivelando per niente facile.
“Mi sono sentito con la dirigenza all’incirca un paio di settimane fa – confessa De Rosa – ma la proposta che la Samb mi ha fatto non l’ho ritenuta soddisfacente a livello economico. Ci sono stati ulteriori contatti con il mio procuratore, l’ultimo dei quali risale a pochi giorni fa, ma non siamo riusciti a trovare un accordo?. La Samb non crede in De Rosa? “L’impressione – continua – è questa, o quantomeno non mi hanno fatto capire di essere un giocatore importante per la Samb del futuro, dimostrandosi poco inclini a trovare un accordo: non si sono schiodati dall’offerta iniziale?.
“E’ un vero peccato, vorrei giocare con la Samb anche il prossimo anno – conclude De Rosa – ma debbono farmi sentire più importante. Squadre che mi cercano, non me ne mancano, aspetterò la Samb fino a lunedì, poi firmerò per qualcun altro. Chi? Non faccio nomi, in ogni caso dovrei rimanere in C1?.
Se però la Samb ribussasse alla sua porta…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)