SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A furia di aspettare l’8 luglio, data dell’attesa sentenza sul presunto illecito amministrativo perpetrato dal sodalizio rossoblù, si è rischiato di prendere per buone le parole del consulente di mercato Vincenzo D’Ippolito, il quale giurava sull’immobilismo della Samb in sede di campagna rafforzamenti. Vero per metà. Se è più che naturale infatti che la lista delle squadre escluse dai prossimi campionati che verrà diramata il 15 luglio dal Consiglio Federale, darà modo di arrivare più facilmente ai tanti giocatori liberi di trasferirsi dove e come vorranno, in riva all’Adriatico sono già stabilite le direttive da seguire per la costruzione della Samb 2005-’06: calciatori giovani e motivati. Senza aspettare la tanto citata udienza fiorentina, rinviata, come noto, “a data da destinarsi?. Il che vuol dire, almeno stando all’impressione palesata alla dirigenza rivierasca dall’avvocato Mattia Grassani, non prima di un mese. O meglio: il tutto potrebbe anche slittare all’inizio del prossimo campionato, visto che di mezzo ci sono le ferie.
La Samb non intende stare con le mani in mano. Il 18 si parte per il ritiro di Cingoli. C’è già una solida base di partenza costituita dal portiere Rosati, definito dalla critica “il nuovo Toldo?, dai tre giovani scuola Parma Cornali, Pepe e Gazzola, dai riconfermati De Lucia, Martini, Zanetti, Fabio Femiano, Colonnello. Le situazioni di altri calciatori sono invece tutte da valutare. Salutati Mancini, Leon, Cigarini, Canini, De Rosa (esiste un piccolissimo spiraglio affinché il calciatore napoletano, riscattato dal Giugliano, torni a vestire il rossoblù), Da Silva (anche lui potrebbe tornare) e Alberti, i vari Bogliacino, Amodio e Taccucci non sono ancora certi di rimanere. I due uruguaiani hanno molte offerte, specie dalla cadetteria – Bogliacino è appetito dal Napoli che se resterà in C potrebbe anche essere disposto ad accettare la richiesta di D’Ippolito pari ad un milione di euro; se invece i campani verranno ripescati in B si proverà a prendere il palermitano Brienza – mentre il difensore resta sempre alla porta in attesa di una chiamata. “Se sono spazientito? No, sono solo perplesso – dice Taccucci – non mi hanno ancora contattato, né abbiamo fissato un appuntamento per risolvere la questione?.
Rientreranno inoltre dai prestiti il portiere Di Dio (Pisa), il difensore Maury (Pro Sesto) e gli attaccanti Vidallè (Acireale) e Signoriello (Morro d’Oro). Quasi certamente partiranno tutti e quattro. Gutierrez è stato acquistato interamente dal Grosseto, Alfredo Femiano andrà via, mentre per Santoni, arrivato lo scorso gennaio dal Morro d’Oro, nell’ambito dell’ ‘operazione Signoriello’, si sta valutando se farlo restare.
D’Ippolito intanto trascorre le giornate milanesi fra incontri, ‘pour parler’ e telefonate. In rossoblù, come sottolineato più volte, arriveranno almeno quattro o cinque sudamericani, ma soprattutto si lavorerà per affiancare a Zanetti un compagno di reparto di livello – circola con insistenza il nome dell’uruguaiano Damian Rojas Macaluso, difensore di 25 anni del Venezia, assistito dallo stesso D’Ippolito; c’è inoltre l’accordo sulla parola, ma non il tesseramento, dell’honduregno Nery Turcios, nazionale Under 20 – come pure va sostituito al meglio Luca Cigarini. Altro ‘buco’ da colmare quello relativo ad una punta dal gol facile. Già detto più volte di Fabio Alteri, il nome nuovo era quello di Fofonka Ederson. Usiamo l’imperfetto perché il 31enne attaccante brasiliano dell’Iraklis Salonicco non è riuscito a trovare un accordo con la Samb, ma ha già firmato per un’altra squadra greca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)